IBM, un progetto nel campo delle batterie ricaricabili

di |
logomacitynet696wide

Alcuni dei migliori cervelli nel campo della scienza, dell’industria e della tecnologia si incontreranno nei laboratori IBM di Almaden il 26 e 27 agosto per lavorare a un progetto di realizzazione di batterie in grado di immagazzinare una quantità  di energia dieci volte superiore a quella delle più potenti batterie a ioni di Litio.

Nuovo progetto di ricerca di IBM nel campo delle batterie ricaricabili. Obiettivo del progetto è la realizzazione di batterie in grado di immagazzinare una quantità  di energia dieci volte superiore a quella delle più potenti batterie a ioni di Litio. Queste nuove batterie potrebbero alimentare reti di distribuzione di energia, spingere la diffusione di autoveicoli elettrici e altro ancora.

Per accelerare l’iniziativa, la società  raggrupperà  alcune dei migliori cervelli nel campo della scienza, dell’industria e della tecnologia nei suoi laboratori di Almaden il 26 e 27 agosto. Quest’anno, il focus sarà  sui sistemi per batteria avanzati e sull’evoluzione dei sistemi per l’immagazzinamento dell’energia.Tra gli speakers della due giorni di Almaden, il Premio Nobel ed esperto di energia Burton Richter, Marc Tarpenning, co-fondatore di Tesla Motors, e Deborah Gordon, co-autrice di 2 Billion Cars.

L’Almaden Institute raggruppa pensatori tra i più innovativi provenienti dal mondo dell’accademia, del governo, dell’industria, dai laboratori di ricerca e dell’informazione per un dialogo intellettuale di alto livello e vigoroso incentrato sulle principali sfide ai limiti della scienza e della tecnologia. Questo progetto si unisce ai diversi lanciati in precedenza dagli Almaden Institutes nell’ambito della cognitive computing, service science e informatica per la salute e la sanità .

Facendo leva sull’esperienza nel campo delle scienze dei materiali, nanotecnologia, chimica verde e supercomputing, gli scienziati del Research’s Almaden lab di San Jose, in California, hanno intrapreso una ricerca pluriennale su una rete di immagazzinamento di energia efficiente, a basso costo. Il team esplorerà  i sistemi di batterie ricaricabili a Litio/Aria, che hanno la maggiore densità  energetica di tutti i sistemi di batteria praticabili e sono decisamente più sicuri dei tradizionali sistemi a ioni di Litio.

“Le tecnologie di immagazzinamento dell’energia ad alta densità  e scalabili stanno emergendo come la grande innovazione in questa era di fonti rinnovabili di energia e reti intelligenti,” dice Sharon Nunes, vice president, Big Green Innovations, IBM. “Oggi, la grande maggioranza del petrolio mondiale viene bruciato nei trasporti. Fonti come l’energia eolica e solare hanno fluttuazioni continue nella disponibilità . Noi crediamo che la soluzione risieda nello sviluppo di un’efficiente ed economica rete di immagazzinamento dell’energia.”

Big Blue intende costruire accordi di collaborazione con industrie leader, università  e mondo della ricerca, e altri campi di attività . L’azienda punterà  a brevettare le proprietà  intellettuali che risulteranno dalla ricerca piuttosto che procedere alla produzione delle batterie.

L’attenzione dell’azienda sull’esplorazione delle tecnologie per le batterie deriva dall’iniziativa Big Green Innovations. Annunciata nell’ottobre 2006, come parte dell’investimento in 10 nuovi campi generati dall’InnovationJam, l’iniziativa si è concentrata sulla gestione delle risorse idriche, l’energia alternativa e la gestione del carbonio.
[A cura di Mauro Notarianni]