ITunes Music Store apre in Europa il 15 giugno?

di |
logomacitynet696wide

Apple convoca una conferenza stampa a Londra per un evento che ha a che fare con la musica digitale. Cupertino non precisa ulteriormente ma gli indizi puntano tutti alla presentazione della versione europea di iTunes Music Store.

iTunes Music Store in Europa potrebbe partire martedì prossimo. La filiale europea di Cupertino ha infatti annunciato alla stampa ad una conferenza che avrà  a che fare con la musica e che si terrà  a Londra il 15 giugno. L’invito dai media non è particolarmente esplicito, ma ci sono pochi dubbi che abbia a che fare con lo sbarco nel vecchio continente del negozio di musica on line visto che Apple fa sapere in quel contesto si saprà  “come la più grande storia in campo musicale sta per diventare ancora più grande”.

Al momento non è chiaro se l’evento londinese sarà  seguito immediatamente dall’apertura del negozio o se questo sarà  inaugurato successivamente. Nel corso degli ultimi anni, però, Apple ha sempre cercato di annunciare i servizi quando questi erano pronti. Voci dell’apertura dello store europeo a metà  giugno si inseguono da alcuni giorni. Tra le date più accreditate quella del 18 e quella, appunto, del 15.

Come già  accennato da Macity nei giorni scorsi, è molto probabile che l’apertura avverrà  per fasi con il via alla vendita prima in Inghilterra, Francia e Germania e solo successivamente per altri paesi tra cui anche l’Italia. La decisione di aprire il negozio per fasi sarebbe dovuta solo in parte ai problemi di burocrazia che hanno frenato le procedure per l’esportazione del servizio. Tra le ragioni ci sarebbero anche le problematiche connesse alla localizzazione dei contenuti oltre che al ragioni di marketing.

Inizialmente Apple, per esplicita dichiarazione di alcuni suoi manager, avrebbe voluto aprire contemporaneamente il negozio in tutta Europa, ma probabilmente la pressione esercitata dai concorrenti Napster e Sony che hanno scelto di dare il via il servizio prima in Inghilterra e l’impossibilità  di concorrere sui tempi potrebbero avere consigliato Cupertino ad operare diversamente.