I Gates e Bono, “uomini dell’anno” per Time Magazine

di |
logomacitynet696wide

La famiglia Gates e Bono sono gli uomini dell’anno di Time Magazine. Tre volti noti anche al mondo Mac premiati per le opere di solidarietà  svolte nel corso del 2005

Bill e Melinda Gates e Bono sono gli “uomini dell’anno” di Time. Il riconoscimento, che ogni anno premia le persone che hanno segnato i dodici mesi con la loro figura e le loro opere, giunge non per gli specifici meriti professionali, ma per l’opera di solidarietà  che i Gates e il cantante rock hanno compiuto durante il 2005. Non a caso il riconoscimento va, come da dicitura, non ai personaggi della copertina, nome e cognome, ma ai buoni samaritani

Bill Gates e Melinda Gates, come noto, sono a capo di una fondazione che ha fini di supporto alle situazioni più disagiate e ai poveri del mondo. Opera nel campo della prevenzione e della cura dell’Aids, per l’istruzione nel terzo mondo, per sostenere opere di carità  nelle zone colpite da carestie. La Fondazione Gates è la più grande istituzione di solidarietà  a livello mondiale con un capitale di 29 miliardi di dollari a disposizione.

Bono è stato protagonista di importanti iniziative per la cancellazione del debito del terzo mondo, culminate con il grande concerto dell’8 luglio scorso quando ha riunito, con la collaborazione di Bob Geldolf già  leader del progetto “Feed the World”, centinaia di cantanti in varie città  del mondo per un concerto interplanetario. “Bono – dice The Time – ha moralmente ricattato i grandi del mondo, obbligandoli a rimettere 40 miliardi di dollari di debito ai paesi più poveri”.

Il titolo di “Persona dell’anno” viene assegnata da Time dal 1927 e rappresenta un momento molto significativo nell’ambito della cultura e della società  mondiale per l’autorevolezza della testata e le scelte, in alcuni casi controverse, ma capaci sempre di suscitare un dibattito e di centrare gli argomenti cardine dell’immaginario collettivo.

Tra gli uomini dell’anno si segnalano presidenti, uomini politici, finanzieri, musicisti e scienziati, ma anche “cose” (come il Computer, nel 1982) e istituzioni (Il soldato americano, nel 2003). Sono stati insigniti del titolo, Adolf Hitler e Ghandi, Stalin (per ben due volte) e Roosvelt (tre volte), Churchill e la Regina Elisabetta, Giovanni Paolo II e l’Americano Medio, Sadat, Regan e il Pianeta Terra in pericolo, Rudolph Giuliani e gli astronauti.

L’uomo del secolo è stato, invece, Einstein.

Curiosamente, sia i Gates che Bono, sono volti molto noti al mondo Mac. Il fondatore di Microsoft intreccia, in non rari casi, le sue vicende con quelle di Apple. Bono è amico personale di Steve Jobs e ha contribuito al lancio di iPod assieme al suo gruppo, gli U2.