I cloni di iPod nascono in Cina

di |
logomacitynet696wide

I cloni di iPod che stanno invadendo anche l’€™Italia sono prodotti in Cina. Una intervista sul Taipei Times rivela alcuni dettagli della vicenda.

I cloni degli iPod nano che stanno apparendo in vari paesi del mondo sarebbero costruiti in Cina Popolare. Questo quanto sostiene il Taipei Times , un giornale della Cina Nazionalista.

La versione on line del quotidiana riporta a sostegno di questa testi una intervista con una sedicente “Chang”, nome di fantasia di una rappresentante del costruttore dei player. Nel corso dell’intervista Chang precisa quanto già  noto e rilevato anche da Macity nei giorni scorsi, le imitazioni degli iPod vengono commercializzati con marchi diversi (in Italia sono apparsi anche in alcuni grandi punti vendita ), ma vengono tutti costruiti nello stesso stabilimento.

L’articolo precisa che, nonostante in occidente siano per ora apparsi solo un paio di modelli dell’imitazione dell’iPod (che il costruttore denomina senza grande fantasia e con un certo rischio viste le conseguenze legali “Nano Apple”), dallo stabilimento cinese escono vari tipi di player, uno da 512 MB, uno da 1 GB e uno da 2 GB. Il costo è la metà  dei corrispondenti (escluso ovviamente il modello da 512 MB che non esiste) player prodotti da Apple.

Secondo quanto si apprende dal Taipei Times le imitazioni di iPod stanno andando benissimo tra i giovani dell’isola. I giovani li acquistano per il loro aspetto decisamente simile a quello degli iPod nano e per il costo decisamente più abbordabile.