I nuovi Palm anche in italia: Zire 71 e Tungsten C

di |
logomacitynet696wide

Presentati ufficialmente anche nel nostro paese i due nuovi modelli di Palm, uno per l’utenza consumer dotato di fotocamera e uno per quella professionale dotato di Wi-Fi.

Palm ha scelto le sale della Triennale di Milano, come location impregnata del miglior design degli ultimi decenni, per presentare due oggetti tecnologici, anch’essi non estranei alle belle forme e linee moderne: lo Zire 71 e il Tungsten C.

Il management dell’azienda era al completo con Coralie Dozias (area manager south Europe), che introduceva Maurizio Di Carlo (sales manager Italia), per la presentazione dei due nuovi PDA, che avevamo già  avuto modo di descrivervi qualche giorno fa e al quale vi rimandiamo per le specifiche tecniche di base.
Nelle prossime ore vi forniremo un rapporto dettagliato sui modelli con un servizio fotografico speciale.

Zire 71 – Cominciando col dire che si pronuncia “zairi”, andiamo a descrivere il palmare di colore celeste (sopra) e argento (sotto) destinato ad un utenza non particolarmente professionale, ma decisamente più dotato del modello Zire, dal quale prende solo una parte del suo nome.

Caratterizza il modello un peso di 150 grammi, un bel colore che abbiamo già  notato, schermo luminosissimo a colori 320 x 320 a 65.000 colori, slot SD/MMC/SDIO, porta IR, processore Texas Instrument @ 144 MHz, Palm OS 5.2.1, Graffiti 2 e la fotocamera sul retro, l’unico modello di Palm che ne integra una.

Si possono scattare fotografie fino ad una risoluzione di 640 x 480 pixel, compressione con JPEG e memorizzazione sulle schede di memoria.

Il Palm veramente multimediale è proprio lo Zire 71, audio, video, immagini, si può tutto (o quasi) in questo PDA.

RealOne Mobile Player è il player per gli MP3/Real sulla scheda SD/MMC e la qualità  ci è parsa buona, anche grazie all’amplificatore che ci ha intrattenuto prima e durante la presentazione; è possibile il trasferimento dei file attraverso iTunes.

Per i filmati, aquisibili sia in formato QuickTime che AVI, DV e MPEG su computer Mac e Win, per poi convertibili nel formati PVD di Palm OS, gestisce il tutto Kinoma Player ma, contrariamente a quello che verrebbe normale supporre, non è ancora possibile registrare video, dall’obiettivo posteriore.

Palm Photos, come dice il nome stesso, gestisce, condivide e visualizza le immagini su Palm OS; con iPhoto è possibile il trasferimento dei file.

Tungsten C – Il primo modello di Palm, dopo i Clié di Sony, che adotta il potente processore Xscale @ 400 MHz di Intel, la RAM è di 64 MB, Palm OS 5.2.1, Graffiti 2, display a 65.000 colori da 320 x 320 pixel (il più luminoso mai montato da Palm), porta IR, slot SD/MMC/SDIO, mini-tastiera QWERTY e connettività  attraverso lo standard Wi-Fi, IEEE 802.11b, quello di AirPort… tutto per 178 grammi.

Cosa fa questo modello in più rispetto agli altri Palm?

Fondamentalmente è in grado di gestire documenti business compatibili Microsoft Office (Word, Excel in creazione e modifica, PowerPoint in visualizzazione) grazie a DataViz Documents to Go Professional Edition 5.001, installato per la prima volta sul Tungsten C, e godere del wireless sicuro (supporto della sicurezza a 128 bit Blowfish, MDC & RSA RC4) di Wi-Fi attraverso Palm VersaMail 2.5 per la posta elettronica fino a 8 account IMAP e POP3, Palm Web Browser 2.0 (senza proxy) per le pagine internet HTML, HTTP, XHTML, JavaScript, SSL 3 e altre modalità .

Usufruire di WLAN aziendali, casalinghi, peer-to-peer o degli hot-spot ampiamente diffusi all’aperto (soprattutto all’estero) diventa estremamente comodo, anche grazie ai soli “tre step” necessari per collegarsi: avvio, ricerca, collegamento.

L’eccellente notizia rispetto al Tungsten C con Wi-Fi è che il sistema non è così avido di energia da rendere il WLAN impraticabile sui PDA… come invece ci avevano fatto intuire esperienze come quelle di alcuni PDA basati su PocketPC, quali Toshiba e altri, capaci solo di connessioni inferiori all’ora.

Ebbene, ci viene assicurato che un uso intensivo e continuo di Wi-Fi, sul Tungsten C dotato di una batteria da 1.500 mHA, vale per 6,7 ore (immaginiamo quindi 6 ore e 42 minuti).

Palm motiva questa incredibile durata della batteria in modalità  wireless, soprattutto se rapportata all’esperienza del concorrente sistema operativo per PDA di Microsoft, con un sistema operativo agile e poco “affamato” di energia, come Palm OS.

Il sistema audio è, per lo Zire 71 e il Tungsten C, in uscita stereo sulla presa mini-jack e mono per l’uscita speaker.

Ricordiamo che lo Zire 71 è dotato di 16 MB di RAM (13,8 MB effettiva) e il Tungsten C di 64 MB (51 MB effettiva) ma di recente Palm ha annunciato la possibilità  di estenderla a ben 128 MB su tutti i modelli; bisogna anche dire che “16 MB su Palm OS sono equivalenti a 64 MB su PocketPC”, come i responsabili di Palm Italia hanno dichiarato col sorriso sulle labbra.

Ad oggi in Italia, Palm è il primo operatore dei PDA con il 36,5% del mercato (il secondo marchio raggiunge il 18,3%), in Europa la quota sale al 43%. Il modello più venduto in Italia è lo Zire con il 15,4% della quota mercato.

Con questi ultimi modelli, Palm, si avvicina alla “copertura” di tutte le esigenze di mercato.

Zire per l’utente che si approccia per la prima volta al mondo dei palmari.

L’utente avanzato può usufruire da tempo del modello m130 e adesso anche dello Zire 71.

Per un’utenza definita “executive” Palm offre il sempre elegante m515 e il primo Tungsten, l’essenziale e minimalista modello T.

Iinfine (dato che il Tungsten W, sarà  commercializzato i prossimi giorni, nel Vecchio Continente, solo in Gran Bretagna, per il fututo in Italia, si vedrà ) col nuovo Tungsten C si soddisfa l’utente che vuole gestire tutte le operazioni d’ufficio, in ogni momento della giornata e in ogni luogo.

I prezzi “italiani”, come si vede dalla fotografia qui sopra, riescono a supportare le disponibilità  economiche un po’ di tutti, prezzi da un minimo di 129 a 559 euro (IVA compresa).

Dal 18 aprile Palm vende online in Italia attraverso il Palm Store, per i vecchi ordini ancora in sospeso con PalmDirect, conviene contattare l’azienda a questo indirizzo [email protected].

Prossimamente su queste pagine, sarà  disponibile un dettagliato servizio fotografico su questi due nuovi modelli di Palm.

Se ancora non sono chiari i motivi per i quali scegliere di comperare un palmare vi invitiamo a leggere l’approfondimento online qui.