I portatili Apple protagonisti in incognito nello Yucatan

di |
logomacitynet696wide

Il nuovo reality show di RaiDue si serve con grandissimo pudore di due computer portatili che si producono a Cupertino. Ma una “talpa” li ha scoperti…

L’era dei reality show anche sulla TV pubblica è solo all’inizio è invaderà  sempre di più la nostra televisione: dopo il successo dell’Isola dei Famosi, è il turno di Amanda Lear e Guido Battaga (come è stato presentato il povero inviato Guido Bagatta) che hanno inaugurato la scorsa settimana una nuova trasmissione “La talpa“.

In attesa di conoscere il gradimento del pubblico, o i dati Auditel delle puntate successive alla prima, abbiamo avuto un occhio di riguardo per alcuni particolari… sfidando arditamente la noia di una serata davanti al video del secondo canale della televisione nazionale.

Due computer portatili sono stati usati per collegare i protagonisti dello spettacolo dal Messico (Yucatan) all’Italia (gli studi di Milano della RAI).

Per evitare una pubblicità  gratuita al produttore i due computer sono stati orrendamente mascherati con due nastri adesivi sul retro del display, dove la gran parte dei costruttori appone un simbolo di riconoscimento.

La nostra talpa televisiva ha scoperto dal logo illuminato della mela mordicchiata coperta in malo modo, e dalle lucide finiture e dalle prese laterali i due computer sembrano proprio essere dei portatili di ultima generazione Apple.

Non abbiamo screenshot ma potrebbe essere stata adottata altra tecnologia Apple per riprendere le immagini di un lancio col paracadute dei dodici protagonisti della trasmissione: l’istruttore aggrappato all’attore/soubrette di turno si auto-inquadrava e riprendeva il suo allievo con un cilindretto argenteo apparentemente identico alla iSight, con un solo cavo collegava il dispositivo con il contenuto dello zaino portato sulle spalle dai due.