Il WSJ conferma: «Apple conosceva i rischi che derivavano dall’antenna di iPhone 4»

di |
logomacitynet696wide

Il Wall Street Journal conferma il contenuto di un articolo di Bloomberg. «Apple era a conoscenza dei rischi che derivavano dall’antenna esterna di iPhone 4, ma Jobs ha voluto che prevalesse l’attenzione per il design». Problemi anche dalle procedure di beta test: il telefono provato in condizioni non realistiche non ha manifestato chiaramente i problemi che ha avuto una volta finito nelle mani dei clienti.

Apple era effettivamente a conoscenza dei rischi di indebolimento della ricezione che derivavano dal design con un’antenna tanto esposta come quella di iPhone 4 ma Jobs ha mandato avanti ugualmente il progetto. A confermare, nella sostanza, quanto affermato nel corso del pomeriggio da Blooomberg è il Wall Street Journal in un articolo pubblicato in tarda serata.

Il quotidiano finanziario che in passato ha attinto a fonti molti vicine a Cupertino non cita alcuna fonte precisa ma cita “persone a conoscenze dei fatti” dando man forte alla tesi della testata concorrente e usando fonti parallele. In particolare il WSJ cita esplicitamente Jobs come responsabile della decisione di portare avanti il design con antenna esterna nonostante ci fossero preoccupazioni concrete e manifeste sui rischi connessi a questa scelta tecnica.

La volontà di affidare allo stile e alla linea la priorità a fronte dei problemi che si profilavano al’orizzonte si sarebbe sommata in maniera nefasta alle procedure del tutto uniche usate da Apple per il test dei dispositivi. L’iPhone 4 come precedenti modelli di iPhone sarebbe stato messo in test con forme e funzioni diverse della versione finale; i telefoni consegnati ai partner sarebbero stati mascherati e addirittura, come precedentemente scritto da altre testate, collocati in scatole anonime che permettevano di manovrare i controlli ma non di vedere o toccare il telefono. Apple avrebbe, infine, consegnato un numero ridottissimo di iPhone 4 agli operatori mobili e questo sarebbe avvenuto pochissimi giorni prima. In queste condizioni di prova non realistiche il bug di ricezione sarebbe passato inosservato.

Il Wall Street Journal ha chiesto conferme ad Apple sulla vicenda e in particolare sull’allarme lanciato da Ruben Caballero, un ingegnere specializzato in antenne, che avrebbe avvertito i vertici dei problemi derivanti dal collocamento dell’apparato ricevente e trasmittente nel bordo del telefono ottenendo un diniego: «Sfidiamo Bloomberg – ha detto un portavoce della società – a produrre qualche prova che non sia una semplice indiscrezione. Si tratta semplicemente di una storia falsa».  Non è chiaro se la ferma presa di posizione, però, si riferisce solo al presunto contatto tra Ruben Caballero e i vertici della società o a tutta la vicenda, a cominciare dal fatto che Apple sapeva dei rischi che stava correndo con il design di iPhone 4.