Il co-fondatore ed ex CEO di Opera abbandona la società 

di |
logomacitynet696wide

Jon S. von Tetzchner, co-fondatore ed ex CEO di Opera Software ha annunciato la sua uscita dalla società, probabilmente per divergenze di vedute con il consiglio di amministrazione. Un primo scossone nella società era già avvenuto a gennaio dello scorso anno.

Jon S. von Tetzchner, co-fondatore ed ex CEO di Opera Software ha annunciato la sua uscita dalla società. Un primo scossone nella società era già avvenuto a gennaio dello scorso anno quando il testimone di amministratore delegato era passato a Lars Boilesen, in precedenza in gruppi quali Alcatel-Lucent, Tandberg Data e Lego.

In un messaggio e-mail ai dipendenti, Tetzchner dice di sentire che il Consiglio di amministrazione e il Management “è più focalizzato di lui sulla trimestrale” affermando di aver sempre lavorato per costruire un futuro per la società. Nel messaggio di addio a Tetzchner, Boilesen evidenzia la volontà di rinnovare il browser e indica come priorità la crescita dell’azienda: “Puntiamo a 500 milioni di utenti entro il 2013”.

A maggio di quest’anno, Opera e Opera Mini si sono classificati al quinto e sesto posto nel market-share dei browser, vantando il 3.3% del mercato globale di utenza. La versione desktop del browser ha una crescita piuttosto piatta, mentre le versioni mobile riscuote (pur tra alti e bassi) generalmente miglior successo. “Quando iniziammo”, racconta Tetzchner, “eravamo un paio di ragazzi in un piccolo ufficio; ora siamo sparsi per il mondo, abbiamo 740 dipendenti e oltre 200 milioni di utenti. Sono orgoglioso di ciò che abbiam fatto e seguirò con trepidazione e da vicino l’azienda anche in futuro”.

 

[A cura di Mauro Notarianni]