Il Ceo di Opera a nuoto dalla Norvegia agli USA

di |
logomacitynet696wide

Per festeggiare il traguardo del milione di download della nuova versione di Opera entro i primi giorni dal lancio, l’amministratore delegato Jon S. von Tetzchner aveva detto: andrò a nuoto dalla Norvegia agli Usa. Adesso l’uomo è partito alla volta del nuovo mondo con la sola forza delle sue braccia. L’impresa durerà?

Avevamo scritto qualche giorno fa quella che sembrava una boutade tutta per l’immagine: se verrà  scaricato un milione di copie di Opera 8, la nuova versione del browser indipendente a pagamento sviluppato in Norvegia, il suo amministratore delegato e fondatore, Jon S. von Tetzchner, aveva promesso che avrebbe valicato l’Atlantico a nuovo. Dalla Norvegia a New York con un’unica tappa per prendere una cioccolata in Islanda, madrepatria dove peraltro vive la mamma di von Tetzchner.

Adesso, pare che la storia abbia acquistato spessore giornalistico. L’orgoglioso Ceo ha capito che non poteva tirarsi indietro, anche perché buona parte del successo del primo milione di download è stato proprio aiutato dal suo goliardico annuncio. E quindi, armato di pinne, maschera e boccaglio, si sta accingendo alla storica impresa.

In realtà  non è chiaro se abbia l’intenzione di fare un vero e proprio tentativo o se si accontenti di “battere” le prime miglia e poi farsi recuperare. Dopotutto, per scrivere buon codice e per far lavorare una compagnia all’epoca di Internet non è strettamente necessario neanche saper nuotare, figuriamoci segnare un primato che nessuno – a quanto risulta in redazione – è mai riuscito a marcare.

Tra gli ultimi sviluppi, in ogni caso, si segnala l’eroico salvataggio di Tor Odland, responsabile delle pubbliche relazioni che segue (seguirebbe) il CEO con un gommone. Il natante, che dall’aspetto deve essere stato acquistato ad una svendita settembrina durante le ultime vacanze estive sul lungomare di Riccione, si è improvvisamente (?) bucato. Fortunatamente von Tetzchner era nei paraggi precipitandosi in soccorso del povero Odland, traendolo in salvo sulla terra ferma. Il sito di Opera mostra il responsabile delle PR che ringrazia, in ginocchio ed orante, il suo CEO.

Il disguido pare che impedirà  a von Tetzchner di arrivare in tempo all’appuntamento con la madre in Islanda, ma non impedisce all’orgoglioso Jon, cui non fanno difetto autoironia e genialità  nelle pubbliche relazioni, di tornare sui giornali di tutto il mondo per la seconda volta in pochi giorni.

Per seguire l’epopea in diretta e i prossimi sviluppi il sito di Opera ha allestito fare click qui