Il G4 che voleva essere un G5

di |
logomacitynet696wide

Forse il G5 di Motorola non sarà  pronto per San Francisco, ma Apple potrebbe comunque lanciare un PowerMac G5. Come? Grazie ad un G4 rivoluzionario che potrà  dire di essere un G5…

Che il G4 Apollo sia il G5 che tutti stiamo aspettando? Che Apple abbia deciso di lanciare un nuovo PowerMac modificato in parti essenziali, tra cui la scheda madre e il processore, e di chiamarlo G5 nonostante il chip non sia quello che Motorola chiamerebbe effettivamente “G5”?
Dopo le prime supposizioni al proposito avanzate da un sito indipendente, per quanto ferrato in materia quale The Register, oggi ad avanzare la tesi secondo cui Cupertino potrebbe presentare una nuova serie di macchine Pro al prossimo MacWorld di San Francisco e chiamarle G5 è Peter Glaskowsky, analista e direttore di Microprocessor Report, una rivista con buone referenze nel settore e molto vicina ad alcuni ambienti che si occupano di semiconduttori.
Secondo Glaskowsky le modifiche apportate al G4 Apollo renderebbero giusitificabile la decisione da parte di Apple di invocare nel nome un salto generazionale. “In fondo i G4 di oggi sono i processori che erano definiti G5 qualche anno fa. Rispetto ai primi G4 hanno un core differente e più linee di asseblaggio dei dati. Strutturalmente sono differenti. Intel cambiò nome al Pentium passando dal II al III senza alcuna modifica strutturale”
Insomma in vista del MacWorld Expo di San Francisco le ipotesi che i PowerMac non avranno il “vero” G5 ma un G4 di nuova concenzione si fanno convergenti e sempre più suffragate da autorevoli giudizi. Tutti però paiono indicare che la velocità  supererà  per la prima volta il GHz, arrivando forse a 1.2 GHz, il che a livello di marketing potrebbe, indipendentemente dal nome, imprimere una spinta alle vendite, specie se essa si riverbererà  sul livello consumer con macchine anche in quel campo più veloci.

http://www.eweek.com/article/0,3658,s%253D700%2526a%253D19537,00.asp