Il Macworld di Boston cambia casa

di |
logomacitynet696wide

Ad appena un anno dal trasferimento a Boston il Macworld Expo cambia ancora casa e di trasferisce in uno spazio più piccolo. “Scelta dovuta alla necessità  di dare all’evento un clima famigliare”, dice ICD, ma in realtà  sono gli impietosi numeri in fatto di visitatori che portano ad un ridimensionamento.

Il Macworld di Boston cambia di nuovo casa. La rassegna estiva che solo lo scorso anno si era trasferita da New York al Massachusetts, nel luglio 2005 passerà  dall’enorme Boston Convention & Exibition Center al più contenuto Hynes Convention Center.

La scelta, dice IDC che organizza l’evento, è motivata dalla necessità  di avere a disposizione una struttura più adeguata in fatto di dimensioni “e dopo – ha detto Warwick Davies di IDC – che colloqui con gli espositori hanno fatto toccare con mano con fosse necessario fornire un contenitore più adeguato e che offrisse un’atmosfera più intima. L’Expo del 2004 *è stato un grande successo e per questo abbiamo deciso di ripetere la rassegna”.

In realtà , nonostante IDC continui a ribadire che l’Expo ha superato le previsioni, i numeri dicono l’evento estivo ha ora una dimensione di dieci volte inferiore a quella che aveva solo tre anni fa. A New York le presenze hanno spesso avvicinato le 9.000 presenze e anche nel corso dell’ultima edizione organizzata con tutti i crismi gli ingressi erano stati 70.000. A Boston, nonostante IDC non abbia mai comunicato ufficialmente i visitatori, si stima che gli ingressi non siano stati di molto superiori agli 8000, davvero un numero troppo piccolo per il colossale Boston Convention & Exposition Center. Al crollo ha contribuito in maniera determinante la decisione da parte di Apple di ritirarsi dell’Expo estivo al termine di una vicenda contrastata che ha preso le mosse dalla scelta di IDC di tornare a Boston, dove la rassegna era nata, ma che probabilmente trova le sue reali ragioni in motivi economici: semplicemente Cupertino non ritiene giustificati nel rapporto tra costi e benefici due grandi eventi (non va dimenticato che a gennaio IDC organizza anche il Macworld Expo di San Francisco) sul territorio americano.

L’aspetto più controverso della vicenda è che l’Expo di luglio era stato trasferito a Boston anche per la volontà  della comunità  del Massachusetts di dare al nuovo Boston Convention Center una fiera di grande impatto. Per questo lo spazio espositivo era stato offerto gratuitamente. Ora si apprende che IDC lasciando le sale dello spazio espositivo perde la convenzione. Non è chiaro che ne sarà  dei favorevolissimi accordi negoziati con la municipalità  e il locale ufficio del turismo che, allettati da una presenza ingente di fans Mac, avevano concesso agli organizzatori.