Il NY Post: Tevanian lascerà  Apple

di |
logomacitynet696wide

Tevanian sta per lasciare Apple? La notizia si è diffusa ieri dalle pagine dello scandalistico New York Post. Dubbi sulla fondatezza.

Tevanian sta per lasciare Apple? La notizia per ora è solo poco più che una indiscrezione, per giunta lanciata dal New York Post, un giornale certo non noto per la sua attendibilità  nel mondo dell’informazione, ma ha già  fatto molto rumore.
Come si può leggere sull’edizione on line del tabloid Tevanian avrebbe deciso di lasciare la società  per motivi che il giornale non spiega in maniera precisa lanciandosi in illazioni sulla incapacità  da parte di Apple di rilasciare macchine più veloci di quelle Intel e in supposizioni su una offerta che gli sarebbe giunta da Sony.
In realtà  vista la competenza di Tevanian nelle fondamenta dei sistemi operativi (di fatto il kernel Mach su cui si fonda MacOs X è stato scritto proprio da lui) sarebbe più probabile una sua destinazione verso qualche società  interessata a questo settore.
Ricordiamo che se la notizia fosse confermata si tratterebbe di un vero e proprio shock per gli assetti di Cupertino. Non solo, come accennato, il kernel di MacOs X si deve proprio a Tevanian e quindi il team che sta lavorando all’Os si ritroverebbe senza un punto di riferimento importantissimo, ma l’intero settore software di Cupertino perderebbe una persona di competenza unica nel panorama mondiale dell’IT.
Tevanian viene visto come qualche cosa di inscindibile da Jobs che lo reclutò appena uscito dall’università  portandolo con se alla NeXT. Qui fu il “padre” del sistema operativo della defunta società  fondata da Jobs alla sua uscita da Cupertino e seguì l’attuale CEO quando questo tornò in seno alla società  della Mela.
Resta da vedere se il NY Post, un giornale che parecchi settori della società  americana e Newyorkese non esitano a definire “un bidone della spazzatura” abbia pescato la voce giusta o si sia semplicemente limitato, come è capitato in altri casi, a raccogliere qualche voce infondata, e senza preoccuparsi troppo della sua veridicità , l’ha lanciata come notizia.