Il NY Times: tutta la verità  sulla salute di Jobs

di |
logomacitynet696wide

Dopo rumors incontrollati e speculazioni azzardate, il New York times fa luce sullo stato di salute di Jobs: dimagrimento e disturbi alimentari sono una conseguenza naturale dell’intervento cui Jobs è stato sottoposto anni fa per la rimozione del tumore. Steve sta bene e i suoi problemi di salute sono stati quantomeno esagerati

Nei mesi scorsi Steve Jobs si è sottoposto a un nuovo intervento chirurgico, ma i timori sulla sua salute sono largamente esagerati. A puntualizzare la situazione sulle condizioni fisiche del Ceo di Apple è il New York Times in un articolo pubblicato nel corso della giornata di oggi. Il periodico newyorkese, grazie a fonti riservate ma giudicate molto attendibili, è stato in grado di far risalire il dimagrimento di Jobs ad un intervento chirurgico che mirava a regolare problemi di alimentazione che derivano dalla rimozione di un tumore avvenuta alcuni anni fa.

Le preoccupazioni circa lo stato di salute del Ceo di Apple risalgono alla presentazione di iPhone 3G in cui Jobs è apparso estremamente dimagrito. I rumors si sono diffusi in modo incontrollato negli ultimi tre giorni, a partire dalla vigilia della conferenza per la presentazione dei risultati finanziari, fino alla fatidica domanda di un giornalista in cui venivano chieste informazioni precise sulla salute di Jobs. La risposta in cui Peter Oppenheimer sosteneva che la salute di Jobs è un argomento privato ha dato il via a ogni tipo di speculazione che ora potrebbero essere definitivamente chiuse proprio dal New York Times.

Le informazioni del quotidiano di Manhattan sono molto puntali e, soprattutto, credibili perchè rendono ragione e legano insieme una serie di brandelli di verità  e di ipotesi suscitate nei giorni scorsi.

Jobs, in particolare, sarebbe dimagrito per problemi conseguenti alla particolarità  dell’intervento chiurgico di rimozione del tumore al pancreas, ma non per il ritorno della neoplasia. Per limitare questo fenomeno, piuttosto frequente, si era letto alcuni giorni fa, nei casi in cui è ricaduto Jobs, si è sottoposto a una nuova operazione chirurgica. In aggiunta a questo, è vero quel che disse allora Apple: poco prima della WWDC Jobs aveva avuto una forte febbre che lo aveva delibitato ulteriormente e avrebbe addirittura potuto portarlo a rinunciare al keynote. Il Ceo si sarebbe però sottoposto ad una cura per non mancare all’evento, molto atteso e rilevante.

Le informazioni, dice il giornale, provengono direttamente da persone vicine a Jobs, probabilmente dirigenti di altre aziende che hanno rapporti con il Ceo di Apple ma che non essendo stati da lui autorizzati a riferire circa la sua salute, preferiscono mantenere l’anonimato. A differenza delle numerose speculazioni sulla salute di Jobs in circolazione in questi giorni, il rapporto del New York Times contiene affermazioni che vengono fatte risalire direttamente al Ceo di Apple che le avrebbe riferite ad alcune persone del suo entourage.

Infine per quanto riguarda il calo di valore delle azioni Apple secondo l’analista Charles Wolf ritiene che esso avrebbe poco a che fare con problemi di salute di Jobs; la scossa al titolo sarebbe alla previsione dei margini di ricavo ridotti previsti per il 2009, sensibilmente inferiori a quelli attesi dagli esperti.