Il Toshiba Satellite L350 reinventa le porte USB

di |
logomacitynet696wide

Schermo con diagonale da 17,1 pollici, disco fisso da 200 GB e tastiera che integra anche il tastierino numerico. Il nuovo super portatile Toshiba Satellite L350 integra di serie delle innovative porte USB che permettono di caricare i dispositivi esterni anche a portatile spento o in stand-by

Nuovo ed innovativo portatile da Toshiba. Il cuore del sistema del Satellite L350 è un processore AMD Turion 64 X2 Dual-core TL-60 che opera a 2 GHz di frequenza, mentre la memoria RAM fornita di serie è di 2 GB. Ma la vera novità  è nelle porte Usb che sono in grado di alimentare i dispositivi esterni anche senza che il computer sia attivo.

La tecnologia è stata sviluppata dal costruttore giapponese e viene identificata come “sleep-and-charge”; in pratica in porte USB sempre alimentate anche a computer spento o in pausa, a patto che il sistema sia collegato alla presa di alimentazione a parete. Questa soluzione permette di ricaricare in tutta comodità  gli infiniti accessori, telefonini, lettori multimediali e così via, che sempre più integrano di serie una porta USB per lo scambio dei dati e anche per la ricarica della batteria.

Oltre alla originale soluzione Usb, vanno segnalate le generose dimensioni dello schermo da 17,1 pollici con risoluzione 1440×900 e un portatile dotato persino di tastierino numerico sono dettagli che confermano la predisposizione del sistema per compiti e mansioni da PC desktop.
Il costruttore dichiara un peso che parte da 3,3 kg, non proibitivo per gli spostamenti.

Nel momento in cui scriviamo Toshiba Satellite L350 non compare nel sito Web italiano dell’azienda. Il sistema è già  disponibile in USA e le nuove porte USB saranno integrate anche nelle famiglie USA di portatili siglate U400, M300, A300 e P300.