Il capitano Kirk guida l’attacco di Greenpeace ad HP

di |
logomacitynet696wide

“HP non ha mantenuto le promesse circa l’eliminazione dei materiali tossici dai propri prodotti”: Greenpeace protesta e attacca il quartiere generale di HP in Palo Alto con scritte giganti sul tetto, con una telefonata del Capitano Kirk infine invitando la multinazionale a seguire l’esempio di Apple.

Ieri mattina, raggiunto il posto di lavoro presso il quartiere generale di HP in Palo Alto, i dipendenti della multinazionale sono stati accolti da decine di uomini e donne completamente vestiti di camici bianchi e con il volto coperto da mascherine anti-inquinamento. La dimostrazione di protesta che ha avuto le caratteristiche di un vero e proprio raid a sorpresa è stata organizzata da Greenpeace per sensibilizzare i dirigenti di HP e l’opinione pubblica circa le promesse non mantenute per quanto riguarda l’eliminazione di sostanze e materiali nocivi utilizzati all’interno dei prodotti di HP.

Oltre ad esporre cartelli e striscioni le milizie di Greenpeace hanno realizzato una immensa scritta sul tetto della sede che ha occupato una superficie di 11.500 piedi, pari a oltre due campi da basket. Scritto con vernice non tossica adatta anche ai bambini, Greenpeace ha preso spunto dalle iniziali Hewlett-Packard della multinazionale scrivendo a caratteri cubitali “Hazardous Products”, prodotti pericolosi. Le immagini del raid di Greenpeace alla sede di HP, di cui inseriamo una foto in questo articolo, possono essere viste in questa galleria Flickr.

“Negli scorsi mesi HP ha posticipato gli impegni assunti nel 2007 per quanto riguarda l’eliminazione delle sostanze nocive ancora presenti nei propri prodotti IT” dichiara il comunicato rilasciato dall’organizzazione ecologica. Il posticipo del piano verde di HP fa slittare l’eliminazione delle sostanze nocive dal 2009 al 2011. Nell’attacco alla sede di HP, Greenpeace ha bersagliato i telefoni della sede della multinazionale con un un messaggio vocale registrato da William Shatner, il famoso capitano Kirk di Star Trek. Infine Greenpeace ha rivisto la propria classifica delle aziende IT più verdi in cui Apple, Dell, Lenovo e Acer risultano ai primi posti declassando HP.

Greenpeace suggerisce ai dirigenti HP di prendere esempio da Apple che nel giro di pochi anni ha eliminato tutte le sostanze nocive dai propri prodotti, in particolare indicando la nuova linea di portatili unibody.

Ricordiamo che in passato Greenpeace aveva messo nel mirino anche Apple proprio per sensibilizzare i manager di Cupertino ad adottare politiche, sistemi di costruzione e materiali eco-compatibili. Con questo obiettivo una protesta aveva coinvolto gli azionisti direttamente prezzo la sede di Apple in Cupertino, mente anche qui in Italia Greenpeace aveva manifestato contro la Mela dando vita a una scenetta con protagonisti Adamo ed Eva e la Mela, con un personaggio vestito da Steve Jobs nel ruolo di “osservatore”, realizzata in occasione dell’Apple Store di Roma Est.