Il cugino del Cubo

di |
logomacitynet696wide

Jobs annuncia ai dipendenti: lavoriamo per un prodotto totalmente nuovo che aprirà nuovi orizzonti. Si tratta del “cugino” del Cubo?

Un prodotto totalmente nuovo, che esula dall’attuale linea e che colmerà  la nota “casella orfana” che sta a metà  tra il PowerBook e l’iBook. Anche questo sarebbe nei piani di Apple per il rilancio delle vendite.
Il nuovo Mac sarebbe stato paventato come in corso di sviluppo dallo stesso Jobs nel corso di un incontro che ha tenuto con i dipendenti della società . La conferenza, convocata per rassicurare i lavoratori di Cupertino per i quali il reddito azionario rappresenta un forte incentivo e un’integrazione tutt’altro che trascurabile allo stipendio, non ha fornito altri dettagli su questo ipotetico prodotto, ma tanto è bastato per suscitare ipotesi e speranze.
Secondo qualcuno si tratterebbe del sub-notebook alla Vaio, secondo altri della tavoletta di cui più volte abbiamo parlato anche da queste pagine, secondo altri ancora del palmare con il marchio della mela erede di Newton, che ancora si agita nella fantasia di molti utenti Mac. Nei fatti si tratterebbe del “cugino” del Cubo, un Mac in grado di esplorare (si spera con miglior fortuna del computerotto di New York) nuovi terreni di marketing
Jobs ha poi ribadito quanto accennato nel corso della conferenza stampa per la presentazione dei risultati fiscali, ovvero che gli ingegneri di Apple stanno lavorando a due applicazioni che nascono sulla scorta della stessa filosofia di iMovie. Ribadito anche l’errore di non pensare alla diffusione di un CD-RW sulla maggior parte delle macchine e quelli commessi nel settore educational. “Dell – ha detto Jobs – non si è presa lo scettro, glielo abbiamo consegnato noi con le nostre mosse sbagliate”.
Il CEO non ha poi fatto cenno ad alcun licenziamento nè a misure per contenere le spese tranquillizzando la base dei lavoratori, sostenendo che l’azienda “avrà  la libertà  di ricercare il modo e il terreno per tornare in positivo”