Il funerale di Mac OS 9

di |
logomacitynet696wide

Tra i momenti più curiosi e “sopra le righe” della WWDC il funerale di Mac OS 9. Celebra Jobs, tra fughe di Bach e fumi suggestivi

Fumo sul palco, luci soffuse e una leggera nebbiolina. Una bara in perfetto stile americano (bordature in ottone, profili cromati, legno laccato), che sale dal pavimento al ritmo di una fuga di Bach. Sullo sfondo uno scorcio di cattedrale. àˆ stato celebrato così il funerale di Mac OS 9, momento di apertura e sicuramente la più curiosa delle parentesi del keynote di Steve Jobs per la WWDC.
La “commemorazione” è avvenuta con tanto di discorso di addio. A pronunciarlo lo stesso CEO che ha prima aperto con fare solenne la bara estraendo la scatola, in formato gigante, di Mac OS 9 e poi cominciato con fare solenne il suo sermone.
“Siamo qui per ricordare Mac OS 9 – ha detto il CEO – nato nel 1998 ad un prezzo consigliato di 99,99$. Ha lavorato indefessamente per noi per tutti questi anni, senza mai rifiutare un comando. Anche se qualche volta solo al secondo tentativo”, ha detto suscitando qualche sghignazzo il CEO. “Mac OS 9 – ha poi aggiunto Jobs – certamente ci sta guardando da lassù, con lo stesso sorriso che ci ha mostrato per tutti questi anni, mentre faceva le procedure di avvio. Lascia Migliaia di applicazioni molte delle quali figlie legittime e il suo successore Mac OS X”, ha detto il CEO prima di invitare ad un momento di silenzio.
Un momento tra l’ironico e il kitsch che però ha riscosso molto successo, tanto da essere uno degli high lights del keynote. Chi desiderasse seguire l’evento può trovare il link a destra nella home page di C/Net o all’interno della pagina che riporta la notizia sul keynote. Per vedere il filmato e ascoltare il discorso è necessario avere RealPlayer o Windows Media Player