Il futuro del G3 è qui

di |
logomacitynet696wide

IBM, mentre si appresta a porre fine all’evoluzione del PPC 750 che si arresterà  ad 1 GHz, pensa già  al suo successore. Si chiamerà  PPC 750GX e potrebbe essere già  vicino alla produzione.

Mentre gli sguardi della comunità  Mac sono tutti puntati sul nuovo PPC 970, IBM lavora in silenzio anche ad un aggiornamento del PPC 750FX.

Il processore che attualmente viene utilizzato solo dagli iBook, infatti, è ormai quasi giunto alla fine della sua vita operativa; il massimo traguardo ipotizzato da Big Blue, 1 GHz, non è infatti molto distante e nel momento in cui esso sarà  raggiunto dai laboratori dovrà  uscire un nuovo chip per proseguire la corsa.

Di questo processore non è stato ancora reso noto nulla ufficialmente, ma recentemente su Internet hanno fatto la loro comparsa alcuni siti e alcuni documenti che fanno esplicitamente cenno al nuovo processore.

Di esso non si sa pochissimo, ma quel poco basta a lasciar pensare che IBM non deluderà  i suoi clienti.

Il PPC 750GX supererà , infatti, il GHz e avrà  in dotazione 1 MB di cache di secondo livello.

Secondo le fonti che hanno diffuso i primi dati inerenti al chip, IBM ne avrebbe già  anche iniziato la produzione. Questa notizia, però, non appare suffragata da altri dettagli che non siano semplici speculazioni elaborate sulla base di frammentarie informazioni raccolte su Internet.

Ricordiamo che attualmente il più veloce G3 di IBM a disposizione dei clienti Apple è il 900 MHz utilizzato, appunto, dall’iBook.