Il mistero dell’adattore DVI-ADC

di |
logomacitynet696wide

Il connettore che consente di collegare i vecchi monitor flat alle nuove macchine dura meno di una settimana e ora non è più ordinabile sull’Apple Store. Che fine ha fatto? si chiedono i possessori dei costosi display a schermo piatto desiderosi di poterli collegare alle nuove macchine.

E’ stato giorno di novità  ieri sull’Apple Store. Di One Click e di iMovie leggete da altre parti, qui segnaliamo che tra le molte modifiche del negozio on line di Apple è stata anche cancellata la possibilità  di ordinare l’adattatore DVI-ADC comparso solo pochi giorni fa.
Dalla pagina del connettore, che consentirebbe di collegare un vecchio monitor DVI (come i costosissimi Cinema Display ma anche i flat panel 15″) alle nuove macchine, è sparito il check box per l’acquisto. Così ora si possono leggere le informazioni al proposito ma non si può inviare l’ordine.
Nei giorni scorsi chi scrive aveva acquisto proprio su Apple Store l’adattatore in questione per connettere il suo Cinema Display 16:9. Ad una verifica telefonica attuata nella giornata di ieri i rappresentanti di Apple, se abbiamo compreso bene quello che ci è stato recitato in un italiano davvero molto incerto, avevano confermato che il prodotto sarebbe stato disponibile in 20 giorni, tanti quanti ne indicava lo stesso Apple Store. Nella notte, invece, la sorpresa.
Ora resta da vedere se Apple ha deciso di sospendere gli ordini perchè non ha ricevuto garanzie di un sufficiente numero di pezzi dal produttore o se più pessimisticamente a questo punto non ha idea di quando sarà  disponibile. Non contribuisce a chiarire le idee lo Store americano da dove pure è sparito il bottone per l’ordine ma dal quale si apprende che il connettore sarà  in vendita in ottobre. In pratica tra una ventina di giorni appunto… E allora perchè cancellare la possibilità  dell’ordine?
Macity, una volta chiamato l’Apple Store Italiano, cercherà  di essere più preciso. Ammesso che l’italiano di chi ci risponderà  al telefono sia sufficientemente comprensibile… 😉