Il produttore di cloni Mac è una bufala?

di |
logomacitynet696wide

Negli Usa comincia a sorgere il sospetto che Psystar, il produttore di cloni Mac sia fondato su fragilissime fondamenta. Nessuna traccia di attività prima della settimana in corso, la sede passa da una casa privata ad un magazzino di Miami dove nessuno ha mai sentito parlare di Psystar e chi risponde al telefono spinge a farsi domande e non dà risposte.

Se qualcuno stesse pensando di portarsi a casa un “clone Mac” di Psystar, farebbe bene a pensarci due volte, almeno a leggere un articolo di The Guardian che ha svolto alcune indagini sul passato e sul presente dell’ormai ultra-famoso costruttore di “Mac-compatibili” di Miami con risultati certamente non tranquillizzanti.

In primo luogo le ricerche dimostrano che l’attività  su Internet prima di questa settimana, quella in cui Psystar ha acquisito popolarità  lanciando il suo tower da 4000 dollari “Leopard ready” è stata, eufemisticamente parlando, scarsa. Non esiste addirittura alcuna traccia del sito su Google e su Live.com in forum, siti, blog. Una telefonata alla camera di commercio di Miami ha dato esiti altrettanto preoccupanti: nessuno aveva mai sentito parlare del produttore di PC. Charles Arthur è passato dunque al mezzo più tradizionale: il telefono. Ma anche qui gli esiti sono stati poco confortanti. Dopo avere girovago tra le opzioni del risponditore automatico il giornalista ha finalmente trovato qualcuno che avrebbe potuto rispondere ad alcune domande. Condizionale d’obbligo, perché le risposte sono state molto poche. La persona al telefono ha spiegato che si tratta di una piccola società  e che la presenza sul web è limitata. Tutte le altre questioni dovrebbero essere indirizzate al dipartimento che supporta i giornalisti, procedura prontamente seguita. Ma Arthur non ha ricevuto alcuna risposta.

Infine la cosa più preoccupante di tutte. Psystar nel corso delle ultime 24 ore ha cambiato indirizzo, portando le sue attività  da una casa privata (un edificio con tre camere da letto costruito nel 1957) ad una zona industriale. Peccato che l’indirizzo corrisponda a USA Koen Pack, un’azienda che si occupa di imballaggi per fiori che è regolarmente attiva e che non ha mai sentito parlare di Psystar.

A fronte di tutto questo è sicuramente nel giusto chi ammonisce a non rischiare nell’acquisto, in attesa che la vicenda si chiarisca e che Psystar venga alla luce dissolvendo i timori di chi teme che si tratti di una truffa. Tra coloro che attendono buone nuove ci sono i diversi clienti che, allettati dai costi bassi, hanno acquistato il clone Mac.