Il prossimo iPhone HSDPA a 14,4 Mbps?

di |
logomacitynet696wide

Il prossimo iPhone secondo alcune fonti avrebbe un sistema di trasmissione dati più veloce. Nuovo processore baseband capace di portare le comunicazioni su rete cellulare a 14,4 Mbps o Wifi “n”?

Una connessione Internet più veloce per il prossimo iPhone. Ecco l’€™indiscrezione in circolazione nel week end che ha interessato un significativo numero di siti Internet. Le domande su che cosa questa voce emersa da Silicon Insider, non molto esplicito in proposito, possa realmente significare sono state molte.

La principale ruota intorno al chip baseband che potrebbe essere portato dagli attuali 3,6 a 7,2 Mbps; l’opinione è però piuttosto controversa visto che secondo qualche indiscrezione, mai confermata da fonti ufficiali, iPhone già  userebbe un Infineon X-Gold 608, una soluzione che di per sé supporta i 7,2 Mbps in download. A testimoniare la possibilità  per l’€™attuale iPhone di sfondare la soglia dei 3,6 Mbps sono alcuni utenti del forum di Macrumors che hanno messo a disposizione immagini inequivocabili dalle quali si vede un iPhone toccare i 6,1 Mbps. Di riscontro ci sono affermazioni di fonte Apple che parlano di 3,6 Mbps, ma non è chiaro se i manager si riferissero alla velocità  del network americano di At&T fermo, appunto, a 3,6 Mbps o all’€™effettiva velocità  dell’€™hardware.

Un’€™altra ipotesi che gli americani non sembrano considerare (forse perché le loro reti di telefonia sono piuttosto antiquate) è il passaggio alla tecnologia 14, Mbps in download a 7,2 Mbps in upload. In Italia test con reti con queste prestazioni sono in corso dall’€™autunno con Vodafone che ha svolto dimostrazioni anche con le autorità  governative con la promessa di lanciare i primi network nella seconda parte dell’€™anno in corso. Tim a sua volta promette l’€™introduzione dell’€™HSDPA+ con velocità  di 28,8 Mbps entro fine anno.

Nel mondo sono già  diversi i paesi che hanno reti da 14,4 Mbps e anche coperture, benché limitate, di servizio con HSDPA+. Apple, che ha un mercato internazionale per iPhone, potrebbe essere interessata ad arrivare tra i primissimi sul mercato con un processore Baseband da 14,4 Mbps, anche a dispetto del fatto che negli Usa è praticamente inesistente la copertura a 7,2 Mbps e solo entro l’anno AT&T dovrebbe aggiornare le sue reti.

Una terza ipotesi ruota intorno al processore Wifi. In questo caso Apple potrebbe aggiornare il processore utilizzando un Broadcom a basso consumo con capacità  di portare la rete allo standard ‘€œn’€ con velocità  fino a 50 Mbps, il doppio comune del processore ‘€œg’€ in uso oggi.

Che Apple stia covando qualche cosa nel campo della velocità  dei processori radio sarebbe confermato anche da una indiscrezione riportata da Appleinsider secondo cui Cupertino avrebbe in animo di lanciare un sistema di registrazione video in iPhone. Poiché per supportare adeguatamente l’€™invio di filmati si deve avere un sistema di trasmissione adeguato ad un carico ingente di dati, ecco che l’€™upgrading della velocità  di trasmissione avrebbe ancora più senso.