Il volto del nuovo Mac OS X “Snow Leopard”

di |
logomacitynet696wide

Un blog ha pubblicato una sterminata raccolta di schermate catturate usando l’ultima build di Mac OS X Snow Leopard fornita a sviluppatori e beta tester dalle quali è possibile evincere alcune piccole ma significative modifiche al sistema operativo

Un blog che solitamente pubblica foto e commenti sul mondo del Sol Levante, ha pubblicato una sterminata raccolta di schermate catturate dall’ultima build (10A380) di Mac OS X “Snow Leopard” fornita a sviluppatori e beta tester. La prima parte delle gallerie d’immagini mostra la procedura di installazione ed è visibile qui, la seconda parte illustra alcune peculiarità  del nuovo sistema ed è visibile qui.

Le schermate permettono di notare alcune piccole ma rilevanti modifiche al sistema operativo: l’installazione di “Rosetta” (il sistema che permette di avviare in modo trasparente le vecchie applicazioni scritte solo per PowerPC), ad esempio è ora opzionale (che non ha la necessità  di usare vecchie applicazioni potrà  dunque evitare di installarlo). Le stampanti possono essere identificate automaticamente in fase d’installazione e in questo modo copiare sul disco rigido solo e soltanto i file che servono per il loro utilizzo. La selezione del fuso orario è impostata per default sulla zona individuata automaticamente (probabilmente identificando la posizione del computer in base all’indirizzo IP della macchina sulla quale si sta installando il sistema operativo).

Sul versante del Finder si notano piccole modifiche grafiche (ombreggiature), la possibilità  di navigare nelle cartelle durante la visualizzazione “a stacks” e l’aggiornamento di qualche icona nelle Preferenze di sistema. Utile il sistema che permette la sostituzione automatica di testo e simboli (nella sezione “lingua e testo”) permettendo, ad esempio, di inserire automaticamente un simbolo come quello del copyright al posto di “(C)”. La finestra “Attività ” mostra i processi a 64 bit, la procedura di “aggiornamento software” può essere avviata senza necessariamente visualizzare l’elenco delle componenti da aggiornare, i filmati del QuickTime Player possono essere riprodotti senza visualizzare pulsanti. Lasciamo ad ogni modo a voi il gusto di scoprire altri elementi…

[A cura di Mauro Notarianni]