In Australia Samsung propone un accordo ad Apple

di |
logomacitynet696wide

Nella causa australiana che vede contrapposti Apple e Samsung, la casa coreana avrebbe proposto ad Apple un accordo. Non meglio precisati i dettagli ma Sasmung nel frattempo ha modificato elementi dell’interfaccia contestati da Cupertino.

In una delle tante cause e controcause che vede protagonisti Apple e Samsung (sono più di venti quelle in corso in vari paesi del mondo) c’è una novità che arriva dalla terra del Commonwealth: la casa sud coreana ha proposto un accordo ad Apple per risolvere le controversie. Samsung dice di aver modificato interfaccia e software, ritoccando quanto contestato da Apple e quello che ha permesso a quest’ultima di bloccare ad agosto di quest’anno le vendite del Galaxy Tab 10.1 in terra australiana. David Catterns, legale di Samsung, non ha fornito altri dettagli ed eventuali termini degli accordi proposti; Apple si è ad ogni modo riservata il diritto di prendere tempo e verificare. Nel frattempo, ieri il giudice Annabelle Bennet ha chiesto tempo per gli accertamenti e studiare prove e argomenti di entrambi le parti in causa. Bennet si è data tempo una settimana per decidere se abolire o confermare l’ingiunzione fino a un processo in merito (nella migliore delle ipotesi a novembre o nelle peggiori nei primi mesi del 2012).

Sul sito TUAW, intanto una serie di foto, mostrano le impressionanti “somiglianze” tra i prodotti Samsung e quelli Apple. Il campionario delle similitudini sospette va dal design delle scatole dei prodotti, fino agli alimentatori e ai connettori utilizzati.

[A cura di Mauro Notarianni]