In Cina c’è chi tarocca anche gli Apple Store

di |
logomacitynet696wide

In Cina l’arte della falsificazione ha raggiunto una nuova vetta: dopo la copia di iPhone, iPad e iPod ora spuntano i primi Apple Store completamente fasulli. I poster esposti, i tavoli di legno, le divise dei dipendenti e tutti gli altri dettagli sono stati clonati a immagine e somiglianza dei negozi della Mela. Qualche dettaglio di bassa qualità tradisce la copia, ma i prodotti in vendita sono originali Apple.

Dopo la copia di iPhone, di iPad e degli iPod ora in Cina spuntano anche i primi negozi Apple completamente fasulli. All’interno i tavoli di legno, i poster esposti e ogni altro dettaglio è stato realizzato a immagine e somiglianza della formula originale della catena di negozi della Mela anche se qualche dettaglio tradisce la falsificazione. Il resoconto della visita agli Apple Store fasulli è stato realizzato da una blogger statunitense che vive in Cina, poi ripreso da diversi siti occidentali come IfoAppleStore.

La visita a un Apple Store falso trasmette una sensazione un po’ strana a chi conosce bene la versione originale. I tavoli di legno sono lì e i prodotti esposti sono quelli di Apple ma i poster appesi, seppur identici agli originali, sembrano un po’ datati. Persino il personale dello store indossa la tradizionale maglia a maniche lunghe colorata e il cartellino con l’identità ma, osservando meglio, si scopre che il nome non è riportato e sul badge appare solo la scritta generica Staff. Uno sguardo nell’altra direzione rivela la presenza dell’abituale scala a chiocciola solo che realizzazione e materiali impiegati mostrano palesemente una provenienza di bassa qualità. L’elenco potrebbe continuare ancora con una sezione Genius Bar ridotta a un solo piccolo angolo con un paio di sedie, dettagli che non convincono nei lavori dei muri e della verniciatura, fatti in fretta e ancora una volta al risparmio.

All’interno dei negozi Apple Store fasulli in Cina vengono però venduti i prodotti originali della Mela: nel Paese dove la falsificazione è un’arte e anche un business, questo dettaglio rivela che gli utenti cinesi sanno quel che vogliono. Per soddisfare l’impennata di domanda di prodotti Apple e anche il desiderio di una  esperienza di acquisto Designed in Cupertino, i faccendieri cinesi hanno intravisto una possibilità di guadagno, in attesa che Apple apra direttamente i propri store ufficiali o magari dia il via ai rivenditori locali: il tempo è perfetto per lucrare. Purtroppo l’inganno si estende, come prevedibile, a ogni livello: intervistati dai due “sprovveduti” turisti americani gli addetti all’Apple Store fasullo si sono dichiarati convinti di lavorare direttamente per Apple. L’Apple Store fasullo si trova a Kunming, capoluogo della provincia di Yunnan nel sud est della Cina: la blogger riporta che i negozi della Mela fasulli individuati son ben tre a meno di 10 minuti di cammino uno dall’altro.

In questo articolo riportiamo alcune immagini degli Apple Store fasulli pubblicate sul blog BirdAbroad.
Cina Apple Store fasulliCina Apple Store fasulliCina Apple Store fasulli