In Italia le connessioni ADSL promettono e non mantengono

di |
logomacitynet696wide

Secondo una recente indagine di SOS Tariffe le reti ADSL in Italia promettono velocità  che non mantengono. La velocità  effettiva media di una 20 Mbps supera a stento i 7 Mbps e 48% dei sottoscrittori di una 7 Mbps viaggia tra 2 e 3 Mbps

Non che ci fossero molti dubbi al proposito, ma SOS Tariffe certifica i sospetti con una indagine scientifica: le connessioni ADSL in Italia sono largamente al di sotto di quanto pubblicizzato.

Il sito, specializzato in analisi di costi dei servizi telefonici, ha dimostrato quello che più o meno tutti sperimentano sulla loro pelle utilizzando un campione di dati raccolti grazie al suo ‘€œTest velocità ‘€ e un particolare settaggio. Il sistema, infatti, non rileva unicamente la velocità  della connessione e il ping come fanno altri servizi, ma li mette a confronto con la velocità  nominale della propria connessione individuando, su input dell’€™utente, anche la locazione dello stesso.

I risultati dimostrano che la maggior parte (se non tutte) le connessioni ADSL promettono velocità  che non raggiungono; addirittura il 29% di sottoscrittori di un’€™offerta Adsl a 7 Mega naviga a meno di 3 Mbps e il 19% a meno di 2 Mbps effettivi, come dire che poco meno del 50% dei sottoscrittori ha una velocità  di gran lunga inferiore alla metà  di quella promessa. Le linee con il maggiore scarto tra velocità  dichiarata e velocità  effettiva sono in genere quelle da 20 Mbps, in particolare TelecomItalia e Fastweb, con velocità  effettive rispettivamente di 6622 Kbps e 7130 Kbps. Il provider che mantiene di più le promesse è NGI che ad una velocità  dichiarata di 7168 Kbps risponde con prestazioni medie di 6744 Kbps.

Maggiori informazioni a questa pagina di SOS Tariffe