In futuro nuovi semiconduttori da 32 nanometri

di |
logomacitynet696wide

A 32 nanometri, più veloci e più efficienti a livello energetico, i prossimi semiconduttori saranno disponibili sia per i dispositivi consumer sia per l’high performance computing.

IBM, AMD, Freescale Samsung e altre grandi aziende coinvolte nel progetto’€“ hanno annunciato un approccio innovativo che permetterà  di velocizzerà  il processo di realizzazione di un materiale all’€™avanguardia, noto come ‘€œhigh-k/metal gate’€, nell’€™ambito dello sviluppo dei chip informatici a 32 nanometri.

I chip che utilizzeranno questa nuova tecnica consentiranno di ottenere migliori prestazioni, riduzioni nel consumo energetico e saranno compatibili con un’€™ampia gamma di applicazioni: dai microchip per pc a basso consumo destinati ai dispositivi wireless o ad altri dispositivi consumer ai microprocessori ad alte prestazioni destinati all’€™informatica aziendale o ai videogiochi.

IBM, Sony e Toshiba sono tra le prime aziende ad aver introdotto l’€™’€œhigh-k/metal gate’€ come la base per ottenere il tanto atteso miglioramento per il perfezionamento dei transistor, un minuscolo interruttore on/off che è elemento base nella realizzazione di quasi tutti i microchip attuali. L’€™uso di questo materiale in una parte critica del transistor che ne controlla la funzione primaria di commutazione, ha consentito lo sviluppo di una circuiteria per chip a 32nm progettata per essere più piccola, più veloce e più efficiente nei consumi energetici di quanto si pensasse fosse possibile precedentemente.


[A cura di Mauro Notarianni]