Intel annuncia nuovi processori per server

di |
logomacitynet696wide

Intel annuncia nuovi processori Xeon ad alte prestazioni basati sulla precedente generazione della sua piattaforma. Componenti ad alte prestazioni per macchine mission critical. Presentati anche chip Sandy Bridge di nuova generazione per macchine per piccole e medie imprese.

Intel ha annunciato oggi la nuova famiglia di processori per server basati sulla piattaforma Nehalem-Westmere con evoluzione a 32 nanometri. Si tratta degli  Intel Xeon della serie E7-8800/4800/2800, segnati da un massimo di10 core e prestazioni fino al 40% più elevate rispetto al processore della famiglia Intel Xeon 7500 e del 25% superiori per le applicazioni delle macchine virtuali.

La nuova famiglia di processori è costituita da 18 nuovi processori per server a due, quattro e otto socket ed è espandibile fino a server a 256 socket. «I nuovi processori – dice Intel – stabiliscono più di una dozzina di record mondiali a livello di prestazioni. L’aumento del 40% nelle prestazioni sulle applicazioni a elaborazione intensiva rispetto alle precedenti generazioni offre un miglioramento nella velocità di esecuzione e nell’accuratezza di applicazioni in campi quali la ricerca scientifica e i servizi finanziari, in cui la velocità è un requisito essenziale».

Intel metterà sul mercato10 versioni evolute del chip a 10 core, tra cui i modelli E7-8870, E7-4870 e E7-2870, che raggiungono la velocità di 2,4 GHz con un TDP (Thermal Design Point) di 130 watt. L’azienda di Santa Clara ha inoltre annunciato il modello E7-8867L una componente a 10 core a basso consumo opera fino a 2,13 GHz con un TDP di 105 watt, mentre il modello E7-8837 a otto core ottimizzato per la frequenza raggiunge una velocità massima di 2,67 GHz con un TDP di 130 watt.

Le piattaforme basate sulla famiglia di processori Intel Xeon E7 supportano fino a 2 Terabyte di memoria in un sistema a quattro socket supportato dai nuovi processori. La maggior parte di questi chip offre la tecnologia Intel Turbo Boost, la tecnologia Intel Hyper-Threading  e la tecnologia Intel Virtualization, progettate rispettivamente per incrementare le prestazioni in base alle necessità, facilitare il multitasking e migliorare l’affidabilità e la gestibilità.

 Per quanto riguarda la sicurezzam Intel segnala le nuove istruzioni Intel Advanced Encryption Standard New Instruction (AES-NI) per accelerare le operazioni di crittografia e de-crittografia dei dati, mentre la tecnologia Intel Trusted Execution (Intel TXT) contribuisce a creare una piattaforma sicura all’avvio, proteggendo le applicazioni dalle minacce. Nell’insieme, queste funzioni di sicurezza assicurano agli ambienti virtualizzati una protezione più affidabile nelle fasi di avvio, migrazione o in inattività, oltre a un aumento di prestazioni e funzionalità.

Per gestire l’incremento dei costi energetici, i nuovi E7 sono basati sulla tecnologia  Intel Intelligent Power, che riduce dinamicamente il consumo energetico in inattività del chip in base al carico di lavoro, offrendo al contempo funzionalità avanzate di gestione dei consumi.

Intel ha anche annunciato la famiglia di processori Intel Xeon E3-1200; si tratta di chip Sandy Bridge, orientati al mondo dei server di fascia entry level, sviluppati per rispondere ai requisiti specifici delle applicazioni per piccole e medie imprese, dagli strumenti di collaborazione allo storage e alle applicazioni di backup. Intel dichiara prestazioni del 30% più elevate rispetto alla precedente generazione, supporto per la memoria ECC (Error Correcting Code) per l’affidabilità del sistema, impedendo il verificarsi di problemi che causano violazioni dei dati e downtime, istruzioni Intel AES-NI e alla tecnologia Intel TXT.