Intel, Nehalem-EX e Westmere-EP entro fine mese

di |
logomacitynet696wide

A fine mese previsto l’arrivo del processore Nehalem-EX a otto core: un processore per server ad alte prestazioni che Apple potrebbe sfruttare su nuove workstation high-end. In concomitanza con il Nehalem-EX previsto anche l’arrivo di Westmere-EP, un prodotto a sei core basato sul processo a 32 nanometri e con 1,17 milioni di transitor integrati

Intel ha confermato l’arrivo delle CPU Nehalem-EX, nuova generazione di processori Xeon, la cui commercializzazione è prevista per la fine di marzo. Il chip è disponibile in varianti fino a 8 core ed è in grado di elaborare 16 thread contemporaneamente. Non sono state indicate frequenze di clock ma solo l’indicazione che essi avranno 24MB di memoria cache (condivisa individualmente da ciascun core) e supporteranno l’Hypertrhreading. A detta di Shannon Pouli, Xeon platform director in Intel., un server con quattro Xeon può supportare fino a 64 thread contemporaneamente.

Questi processori high-end includono caratteristiche normalmente non disponibili in CPU di questa classe, quali ad esempio memoria cache discreta che evitano l’accesso alla RAM principale e un sistema di identificazione degli errori che può marcare errori del processore, non solo durante l’esecuzione del codice nella RAM. Il Nehalem-EX è un processore pensato principalmente per server e dovrebbe arrivare in concomitanza al Westmere-EP, un prodotto a sei core basato sul processo a 32 nanometri e con 1,17 milioni di transitor integrati, die di grafica integrato direttamente nel package del processore, con supporto tecnologia Turbo Boost, Hyper-Threading, istruzioni AES (Advanced Encryption Standard) per velocizzare la crittografia e la de crittografia dei dati.
[A cura di Mauro Notarianni]