Intel annuncia il Pentium IV

di |
logomacitynet696wide

Il gigante produttore di microprocessori sente sempre più il fiato sul collo della concorrenza di AMD: i geniali “creativi” del reparto marketing Intel hanno pensato bene che una cambiatina al nome potesse fornire molti vantaggi…

Oggi è stato annunciato ufficialmente il nuovo Pentium IV di Intel. Il nuovo processore (che sarà  disponibile effettivamente a partire da novembre) non rappresenta assolutamente nulla di rivoluzionario: il nome altisonante fa parte della solita strategia di marketing della Intel che propone processori più o meno simili ai precedenti ma con nomi diversi.Il nome in codice di questa CPU era “Willamette”: si tratta della settima generazione di processori Intel e dovrebbe essere disponibile in due versioni: una a 1300Mhz, dal costo di 795$, e una da 1400Mhz, a 895$ (dati presunti: non si tratta di cifre ufficiali fornite da Intel).Dai test effettuati su alcune versioni preliminari, il Willamette ha dimostrato una discreta potenza nel settore del trasferimento di dati da/verso la memoria, grazie al bus di sistema funzionante a 400Mhz (100Mhz in Quad Data Rate). I risultati sono circa 3 volte superiori a quelli di un sistema con Athlon 600.La mancanza di software ottimizzato per la nuova CPU non consente però buone performance in alcuni campi: sembra che le prestazioni sugli interi siano inferiori rispetto a quelle di un Athlon a 600MHz, e quelle in virgola mobile siano inferiori addirittura a quelle di un Celeron a 366MHz…Non è chiaro il posizionamento pensato per questa CPU la quale, fra l’altro, pare avrà  vita breve essendo già  previsto un nuovo chipset chimato “Tulloch” e che implementerà  varie caratteristiche da richiedere nuove versioni di Willamette a 479 pin (il socket del Pentium IV è a 423 pin). In sostanza chi acquisterà  la prima versione di questa CPU e vorrà  poi passare ad una motherboard con chipset Tulloch, dovrà  cambiare CPU dopo pochi mesi!
[A cura di Mauro Notarianni]