Intel ci riprova con Itanium

di |
logomacitynet696wide

Intel sta per lanciare una nuova generazione di Itanium. Più veloci ed affidabili, dicono a Santa Clara. Ma si avvicina sempre più Hammer, con cui AMD potrebbe apportare un colpo decisivo nel campo dei server.

Intel ha annunciato che la seconda generazione dei processori Itanium, che dovrebbe essere presentata entro la seconda metà  dell’€™anno, avrà  prestazioni doppie rispetto a quelli attuali.

Secondo la società  di Santa Clara i processori a 64 bit, destinati al mercato dei server di rete e a macchine di fascia alta di IBM e Sun, dovrebbero spazzare via i dubbi che hanno circondato il rilascio della prima versione, accusata di avere prestazioni non entusiasmanti. I vantaggi deriverebbero da alcune modifiche strutturali e avranno velocità  fino ad 1 GHz.

Ricordiamo che Itanium si troverà  presto a combattere una dura battaglia con Hammer, il processore per server di AMD che avrà  un vantaggio essenziale: sarà  in grado di funzionare sia a 64 che a 32 bit permettendo l’€™uso di applicazioni scritte anche per processori di fascia bassa. Al contrario Itanium non è in grado di far girare che applicazioni scritte appositamente per la sua architettura il che limita in maniera sostanziale il suo mercato.

Secondo alcune fonti ad inizio anno Intel aveva venduto pochissime unità  di Itanium, quantificabili in qualche migliaio di pezzi. Davvero un numero ridotto per giustificare gli altissimi investimenti attuati in questo campo.