Intel firma l’accordo sulla privacy dell’UE

di |
logomacitynet696wide

Anche Intel alla fine firma l’accordo per il rispetto della privacy dell’UE. A tutt’oggi sono 68 le società  americane ad aderire alla normativa della comunità 

Anche Intel ha aderito al documento proposto dalla Comunità  Europea per il rispetto della privacy dei consumatori. La società  Californiana, il maggior produttore di chips per computer al mondo, si aggiunge alla lista di industrie del mondo dell’hi tech che hanno deciso di accettare le proposte della UE che intende in questo modo proteggere i dati sensibili dei suoi cittadini.L’accordo prevede una serie di passi e di direttive che le società  debbono rispettare per poter essere certificate. In particolare si richiede che le realtà  aderenti offrano sempre la massima trasparenza sulla raccolta dei dati personali, segnalando il motivo per cui essi vengono raccolti dando la possibilità  di bloccare la cessione di essi a terze parti. E’ anche obbligatorio cancellare i dati su richiesta dell’utente e proteggerli in maniera adeguata da abusi.Inizialmente l’accordo sulla privacy e il trattamento dei dati personali era stato visto come un grave problema per le industrie americane che si erano quasi in massa rifiutate di firmare l’accordo. Sotto la minaccia di ritorsioni commerciali e di possibili multe e penali e grazie all’adozione di un nuovo tipo di contratto si è poi giunti ad una revisione della posizione. A tutt’oggi 68 industrie americane dichiarano di rispettare la privacy dei loro clienti, tra queste, oltre ad Intel, anche HP e Microsoft.