Intel fuori dal business dei chip mobili?

di |
logomacitynet696wide

Tra le misure studiate da Intel per ridurre le perdite e recuperare competitività  ci sarebbe anche la cessione del business dei chip per dispositivi mobili. Passeranno di mano i processori PXA?

Intel potrebbe cedere la parte del suo business che si occupa di produrre chip per cellulari e sistemi di rete. L’indiscrezione emerge da un articolo pubblicato dal San Josè Mercury Times e ripreso dal Wall Street Journal. Secondo le fonti la decisione sarebbe parte del piano di revisione globale della struttura di produzione e dello schema strategico che la casa di Santa Clara sta applicando per recuperare il terreno perduto nei confronti della concorrenza.

Il gruppo che produce chip per dispositivi da tasca ha conquistato una larga fetta di mercato (con i processori della serie PXA), specie quella parte che ha necessità  di hardware molto potente, come ad esempio i Pda e alcuni telefoni cellulari ad alte prestazioni e polifunzionali (come i Blackberry 8700 e alcuni Palm)

Oltre al business dei chip per Pda e cellulari Intel potrebbe anche passare la mano nel campo delle memorie, un ambito dove anche recentemente ha cercato di forgiare alleanze per conquistare mercato.

Secondo il Wall Street Journal i vertici dell’azienda avrebbero intavolato trattative con alcuni potenziali acquirenti tra cui società  che operano nel campo dell’elettronica e società  d’investimenti che potrebbero essere interessate all’operazione.

Intel ha declinato di commentare l’indiscrezione, limitandosi a dire che la revisione della struttura è in corso e che non è stata ancora presa alcuna decisione. Il risultato dell’esame della situazione e la tabella di marcia che dovrà  riportare alla competitività  Intel verranno rese note nel corso del mese di luglio.