Intel guadagna, AMD perde

di |
logomacitynet696wide

L’ultimo trimestre fa segnare un indebolimento del mercato di AMD e un rafforzamento di quello di Intel. La società di Sunnyvale in difficoltà nel crescente business dei portatili.

Intel guadagna, Amd perde. Ecco la situazione del mercato dei processori così come essa è stata fotografata nei giorni scorsi da Mercury Research.

Il business di Amd, da sempre largamente inferiore a quello di Intel, si è indebolito nel corso dell’€™ultimo trimestre soprattutto a causa della ridotta domande per i processori portatili. Complessivamente Amd è scesa sequenzialmente, dall’€™ultimo quarto dell’€™ultimo trimestre del 2007 al primo trimestre del 2008, di quasi il 3% passando dal 23 al 20,6%. Intel ha invece guadagnato più del 3% arrivando nel settore dei processori x86 al 78,5%.

Tra le ragioni del calo di AMD ci sarebbe la minore spesa, frutto della stagionalità , dei clienti consumer che nel primo quarto dell’€™anno solare tendono ad investire meno. Intel dipende in maniera minore di quanto non dipenda AMD da questo tipo di mercato e ha un mix di prodotti migliore.

Quel che è certo è che il predominio di Intel nel settore dei portatili non depone a favore di un rapido recupero di Amd. Questo tipo di mercato è in costante crescita a scapito del mercato dei desktop. Intel potrebbe fare segnare nel corso del 2008 per la prima volta un superamento del fatturato dei chip portatili nei confronti dei chip per desktop.

Ricordiamo che Apple non usa più per i suoi computer consumer processori desktop dal passaggio ad Intel. Tutti i Mac, esclusi i MacPro, usano processori o della serie Merom o della serie Penryn studiati per il mondo della mobilità .