Intel, profitti nelle previsioni

di |
logomacitynet696wide

Il trimestre non è stato tutto rose e fiori per Intel, ma il previsto peggioramento rispetto alle previsioni non c’é stato. Ora il maggior produttore di processori per PC al mondo spera nella ripresa

Calano i profitti e le vendite ma non c’è vero pessimismo negli ambienti Intel. La società  californiana, infatti, leader nel mondo dei semiconduttori crede di avere toccato il fondo e di averlo fatto mantenendo le previsioni sulle cifre elaborate nei mesi scorsi, certo un fatto non da poco in questo momento di crisi generalizzata e dopo gli attacchi terroristici di settembre.
Le vendite del terzo trimestre, addirittura, sono state migliori dei quelle conseguite nel secondo trimestre con un fatturato di 6,5 miliardi di dollari che si colloca a metà  del range preventivato.
Certamente rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno le cose non sono andate benissimo che ebbe incassi superiori del 23% (che diventa il 77% se si calcola anno su anno), ma tuttosommato, si dice alla Intel, le cose potevano andare anche molto peggio.
Gli esperti di finanza della società  credono che il prossimo trimestre il fatturato potrà  essere superiore anche se di poco mentre continuerà  il processo di ammodernamento degli impianti per il rilascio di processori con circuiteria a 0,13 micron.