Intel prova a reinventare l’all in one

di |
logomacitynet696wide

Leggerissimo e piccolissimo, schermo digitale e tastiera ripiegabile. Ecco come Intel intende reinventare il concept dell’all in one.

Un computer da tavolo ma che può essere anche trasportato che fa da ponte tra laptop vero e proprio e desktop in senso stretto. Questa l’€™idea che Intel presenterà  nel corso della prossima conferenza per gli sviluppatori e che dovrebbe dare il via ad una serie di nuovi prodotti basati su questo concept. Il computer, denominato Florence Digital Home, non si fonda su una idea nuovissima. Si tratta, di fatto, di una sorta di all in one. Le novità  stanno in alcune dotazioni hardware e nel design e nella filosofia che lo ispira.

Secondo Intel gli utenti stanno andando verso i computer portatili per rispondere ad un’€™esigenza di conservazione dello spazio oltre che per la volontà  di avere a disposizione un prodotto portatile. Per questo in alcuni casi alcune delle caratteristiche dei laptop veri e proprio, come la posizione fissa dello schermo e della tastiera risultano scomode. Di qui un design flessibile, con tastiera e schermo separati ed orientabili, un sistema per ripiegare tutto in un case compatto e una maniglia per il trasporto. Il tutto per un peso di appena 3.5 kg. ‘€œSarà  la TV portatile del XXI secolo’€, sono alcuni dei commenti a margine del lancio di Florence Digital Home.

Tra i dettagli degni di nota, oltre alla dotazione degli immancabili telecamera, microfono, Wi-Fi ed altoparlanti esterni, un telecomando per le funzioni digitali, la capacità  di connettersi ad un telefono per chiamate Voice Over IP, lettore di schede di autenticazione per contenuti digitali, lettore di impronte digitali.

Intel spera di trovare produttori interessati a questo concept che, come dice la società  di Santa Clara, ‘€œnon potrà  essere realizzato che utilizzando un processore Centrino’€. Proprio l’€™utilizzo di un chip da portatili è un altro dei fattori di innovazione di Florence Digital Home.