Intel punta tutto sul wireless

di |
logomacitynet696wide

Il wireless è tutto o quasi per il futuro dei processori di Intel tanto da puntare sulle connessioni senza fili buona parte della sua linea futura. Processori per portatili, per PDA e per desktop avranno tra le loro caratteristiche il supporto pieno allo standard WiFi

Il wireless sarà  tutto, o quasi, per i prossimi portatili del mondo PC.

La conferma che l’universo che si fonda su Windows andrà  sempre più nella direzione del “senza fili” la si sta avendo in questi giorni alla conferenza mondiale degli sviluppatori per Intel.

La società  di Santa Clara, che controlla intorno al 90% del mercato dei laptop, annunciando ieri le specifiche di Banias, il nuovo processore ancora in corso di sviluppo destinato ai portatili, ha fatto sapere che il chip sarà  rivolto proprio a supportare la connettività  wireless.

In Banias, ad esempio, Intel integrerà  direttamente il supporto a WiFi 802.11b e 802.11 a, i due più popolari standard di connettività  senza fili.

L’integrazione di WiFi, usata anche da Apple per Airport, direttamente a livello di processore consentirà  un risparmio economico ma permetterà  anche la riduzione dei consumi e delle dimensioni dei portatili.

La mossa di Intel deve essere intesa anche come una strategia di mercato, nota qualche osservatore, volta a rivitalizzare il Communications Group, che si occupa di produrre chip per comunicazioni, che oggi appare in difficoltà . Intel certificherà  per l’uso con Banias solo i suoi chip 802.11 a e 802.11 b, rendendoli di fatto lo standard nel mondo dei portatili.

Intel prevede che entro il prossimo anno il 50% dei portatili sarà  in grado di stabilire connessioni wireless e che l’80% di portatili con Banias sarà  compatibile sia con 802.11 a che con 802.11 b.

Intel, sempre nel campo wireless, ha anche annunciato di avere stipulato un accordo con Sony, Microsoft e altri produttori, per stabilire uno standard per il cosiddetto Extended Wireless PC, un desktop che dovrebbe connettersi in rete e senza fili con tutti i dispositivi casalinghi, TV, Stereo e lettori DVD. I primi PC con questo tipo di connetività  arriveranno entro la fine dell’anno.

Infine Intel ha anche annunciato che le prossime versioni dei suoi processori per palmari, gli Xscale, integreranno delle estensioni multimediali derivate dal conosciuto MMX. Il nuovo sistema, denominato Wireless MMX, servirà  ad aumentare le prestazioni dei chip nella decodifica dell’audio, del video e nel settore dell’accelerazione 2D e 3D. Le prestazioni in decodifica, in particolare, dovrebbero migliorare dal 40 al 60% rendendo i dispositivi particolarmente adatti all’uso nello streaming wireless.