Italia, la testa nel computer

di |
logomacitynet696wide

L’Italia non è più la cenerentola della New Economy. Nel corso del 1999 l’industria informatica ha infatti fatturato 100.000 miliardi di lire con una crescita del 13,2% rispetto al 1998, di due punti superiore alla crescita mondiale e superiore a quello dello scorso anno che era stata del 10,2%. In primo piano i cellulari (40% del mercato) ma bene anche i computer con un aumento del 9,7% delle vendite dell’hardware e un volume d’affari di più di 32.000 miliardi. Esplosione per Internet: gli abbonati saranno alla fine dell’anno più di 10 milioni. Conferme dell’aumento del tasso di informatizzazione arriva anche da un rapporto di Federcomin, la federazione nazionale delle aziende e delle associazioni di comunicazione e informatica aderente a Confindustria. Tra il 1995 e il febbraio 1999 la presenza dei PC nelle case è raddoppiata, passando dal 13,6% al 26,4%. Gli abbonati ad Internet sono cresciuti dallo 0,3% al 4,8% e i modem presenti nelle abitazioni sono passati dall’1,6% al 10,4%