Italia prima d’Europa per i portatili

di |
logomacitynet696wide

In Italia i portatili battono in fatto di vendite i PC. A gennaio erano oltre quota 62% secondo la società di ricerche britannica Context

Il mercato dei portatili in Italia cresce meno della media d’€™Europa, ma il nostro paese è comunque primo nel vecchio continente in fatto di percentuale rispetto ai desktop. A segnalare il dato è una ricerca di Context.

Secondo la società  britannica le vendite di PC nel nostro pese durante il mese di gennaio 2005 sono cresciute del 15.9% rispetto lo stesso periodo del 2004, questo quando alcune delle più importanti economie europee hanno fatto segnare dati molto più rilevanti.

Al primo posto si trova la Francia che ha guidato la crescita con un incremento delle vendite del 40,5% su base annua, seguita da Spagna e Svezia con un +33,2% e un 32.6%. Peggio dell’€™Italia tra i grandi paese fa solo la Germania, che è anche l’€™unico paese che ha registrato un calo nelle vendite con una diminuzione del 1%

In realtà  la relativa debolezza del mercato nel nostro paese sarebbe dovuta alla già  alta penetrazione che la pone al primo posto in Europa con ben il 62,5% del totale dei PC venduti. Alle sue spalle tutti i principali paesi: Germania, con il 53,1%, Francia con il 41,6% e Svezia con il 37%.

In Europa i portatili sono ormai prossimi a superare le vendite dei desktop. Secondo Context la percentuale totale sulle vendite è infatti ormai al 49,2%.