Jobs: uno stipendio da 219 milioni di dollari

di |
logomacitynet696wide

Il capo di Apple è in cima alla graduatoria di tutti i top manager, in un anno incassa almeno venti volte quanto fa la media dei suoi colleghi CEO.

Secondo un calcolo effettuato da Bloomberg, Steve Jobs è di gran lunga il CEO più pagato degli Stati Uniti con un guadagno di ben 219 milioni di dollari, anche il secondo in classifica è a molte lunghezze dal capo di Apple.

Il sito di analisi finanziarie ha fatto i conti in tasca a 243 CEO di aziende da almeno 5 miliardi di dollari di reddito dal 2000 al 2002 (perché non tutte le compensazioni sono corrisposte in un solo anno) e coi dati forniti da Equilar ha ulteriormente rimarcato che l'”ottimista” Steve Jobs non si è accontentato certo di quel “famoso” 1 dollaro che era la sua paga base nel 1997, quando fece il suo ritorno a Cupertino.

Ricordiamo che nel 2000 la Apple concesse a Jobs un aereo privato Gulfstream V.

Pare che chi ha condotto lo studio sia rimasto piuttosto interdetto nel notare che l’86% del valore delle variazioni di compenso annuo di questi ultramilionari non trovi alcun riscontro matematico di crescita aziendale ma lo attribuisca solo a quello che Freud soleva definire superego.

Vi proponiamo di seguito la classifica dei primi dieci CEO, secondo le elaborazioni di Bloomberg, con la media annua riferita agli ultimi tre anni:

01 – Steve Jobs (Apple) $ 218.896.000
02 – Sanford Weill (Citigroup) $ 98.053.000
03 – John Chambers (Cisco) $ 87.250.000
04 – Douglas Daft (Coca-Cola) $ 61.243.000
05 – John Blystone (SPX) $ 51.351.000
06 – Larry Ellison (Oracle) $ 49.260.000
07 – Sumner Redstone (Viacom) $ 46.619.000
08 – Edward Whitacre (SBC) $ 38.159.000
09 – William Esrey (Sprint) $ 38.152.000
10 – Henry Silverman (Cendant) $ 35.870.000

In fondo alla classifica troviamo Steve Ballmer (Microsoft) con 688.000 dollari e Warren Buffett con 336.000 dollari.