Joe Hewitt lo sviluppatore che ha creato l’app per iPhone lascia Facebook

di |
logomacitynet696wide

Joe Hewitt il programmatore che ha creato l’app Facebook per iPhone, ancora oggi una delle più scaricate e utilizzate su iOS, lascia la società del social network più famoso e utilizzato al mondo. “In Facebook ho realizzato strumenti di comunicazione usati da centinaia di migliaia di persone” ha dichiarato Hewitt nel commiato pubblicato nel suo blog: ora lavorerà in proprio per nuovi progetti su HTML 5 e strumenti per sviluppatori.

Joe Hewitt il celebre programmatore che ha creato l’app Facebook per iPhone lascia la società della più importante piattaforma social al mondo dopo 4 anni. Nonostante la giovane età, è nato nel 1978, il nome di Hewitt è associato ad alcuni degli strumenti software più apprezzati e brillanti degli ultimi anni: ricordiamo il suo contributo a Firefox, DOM Inspector e il portale Firebug dedicato agli strumenti e alle tematiche della programmazione. Il nome di Hewitt è comunque indissolubilmente legato alla creazione dell’app Facebook per iPhone, anche se da lui non più supportata direttamente dal novembre del 2009, si tratta ancora oggi di una della app più scaricate e anche utilizzate su iOS.

Hewitt ha annunciato le sue dimissioni da Facebook con una lettera di commiato pubblicata sul proprio blog, un post in cui il programmatore dichiara la sua riconoscenza per le notevoli opportunità offertegli all’interno di Facebook. “In Facebook ho potuto creare strumenti di comunicazione usati da centinaia di migliaia di persone – dichiara Hewitt precisando – Ho avuto l’onore di vedere persone, inclusi i miei genitori, utilizzare le mie app mentre camminano nelle strade, nei ristoranti, sui treni, sugli aerei, ovunque io vada”.

Nella parte finale del post di commiato da Facebook, Hewitt annuncia di non aver mai smesso di formulare idee e progetti per scrittori, designer, programmatori e qualsiasi altra persona che utilizzi il computer per trasformare le proprie idee in realtà. “Le tecnologie tendono a crescere più velocemente dell’ecosistema degli strumenti necessari per sostenerle” dichiara Hewitt lanciando infine alcuni indizi sui prossimi progetti che lo vedranno coinvolto come sviluppatore indipendente. “Negli ultimi 4 anni ho visto la comparsa delle app mobile, del cloud e ora dell’HTML 5. La maggior parte degli sviluppatori che creano per queste nuove piattaforme stanno usando gli strumenti delle generazioni precedenti insieme a un mix di script ad hoc e web app. Funziona ma è tutt’altro che l’ideale”. Oltre a progetti legati all’HTML 5 Hewitt tornerà ad occuparsi in proprio di tool e strumenti: “Ora sono indipendente ed ho intenzione di dedicarmi alla comprensione delle esigenze di sviluppatori e designer moderni, per creare software in grado di colmare le lacune”.