LCD, prezzi in discesa

di |
logomacitynet696wide

I prezzi dei display LCD sono in discesa. Domanda inferiore alle previsioni e costi troppo alti. Così i produttori coreani e taiwanesi tagliano i listini e limitano la produzione.

I prezzi di display LCD sono in discesa. A segnalare il fenomeno che torna a comparire dopo alcuni mesi di stabilità  di prezzi che a sua volta aveva fatto seguito ad un incremento dei costi, è la società  specializzata in ricerche di mercato nel campo dei monitor DisplaySearch.

Secondo quanto si legge in un report pubblicato la scorsa settimana il calo dei costi è la conseguenza di una domanda inferiore alle previsioni. In particolare i produttori di computer portatili e i principali assemblatori di monitor avrebbero tagliato gli ordini, denunciando in un tempo un eccesso di magazzino e costi troppo alti che determinerebbero un orientamento della clientela verso prodotti economicamente più appetibili come, ad esempio, PC con display CRT venduti al di sotto dei 500$.

La necessità  di abbattere i costi per stimolare la domanda ha colto di sorpresa buona parte del mondo dell’€™industria che si occupa di LCD. Fino ad oggi il dibattito aveva riguardato non tanto i costi quando la capacità  da parte di chi gestisce gli impianti di produzione a fare fronte alla domanda di schermi di grandi dimensioni.

Se il trend attuale dovesse continuare DisplaySearch prevede che il calo di prezzo dei display, la componente di gran lunga più costosa in un monitor o in un TV a cristalli liquidi, è destinato a scendere del 2% al mese da qui alla fine dell’€™anno.

Per frenare la necessità  di ridurre ulteriormente i prezzi, in attesa di una ripresa negli ordini che potrebbe arrivare entro l’€™autunno, i produttori coreani e taiwanesi che guidano il mercato hanno già  disposto di abbattere la produzione e di rinviare l’€™installazione di impianti di sesta generazione.