L’Italia è il paese del mobile: 20 milioni di smartphone

di |
logomacitynet696wide

Una ricerca compiuta in Italia dimostra che gli smartphone sono ormai parte del quotidiano di chi vive nel nostro paese. A marzo erano 20 milioni quelli in circolazione e il loro utilizzo in costante crescita. Gli Italiani acquistano dal telefono, lo usano per andare in Internet, vedere video e avere informazioni.

L’Italia è un paese sempre più attento al mondo del mobile. A dirlo è una ricerca Nielsen e una di Ipsos MediaCT i cui numeri dicono che il fenomeno smartphone è pronto per modificare in maniera radicale le logiche di relazione e interazione tra aziende e consumatori e a rappresentare un’opportunità di crescita importante per l’economia dell’intero Paese.

Nel nostro paese, in particolare, sono ormai 20 milioni, di Nielsen in un documento che riguarda i primi tre mesi del 2011, il 52% in più rispetto al 2010, gli utilizzatori di questa particolare categoria di cellulari. Soprattutto, come si apprende da Ipsos MediaCT, lo smartphone è ormai diventato uno strumento imprescindibile di relazione per gli Italiani e fa parte del loro vissuto quotidiano. Più della metà degli utilizzatori (60%) difficilmente si separa dal proprio smartphone e lo utilizza pressochè ovunque: in casa (98%),  fuori casa (88%), in ufficio (77%).

Lo smartphone, continua la ricerca rivelata nel contesto di ThinkMobile, il il primo evento dedicato all’ecosistema mobile organizzato da Google in Italia Google, viene utilizzato spesso anche in parallelo ad altri media: mentre si ascolta musica (47%), mentre si guarda la TV (32%) e, nel 30% dei casi, persino quando si naviga su Internet con un altro dispositivo. Circa la metà degli intervistati (45%) lo utilizza per recuperare velocemente informazioni sul web o impiegare utilmente pause e tempi morti (53%), come ad esempio in attesa del bus o del treno.

Le applicazioni per smatphone per ora non sembrano essere così indispensabili. La ricerca Ipsos MediaCT rivela che gli italiani dotati di smarphone ne possiedono in media 19, di cui però solo 4 sono state acquistate. Ogni mese ne utilizzano 7 con una certa frequenza, ma il trend è in crescita: il 39% degli intervistati è convinto infatti che incrementerà l’utilizzo di app nei prossimi 12 mesi.

Gli smartphone trascina con sé il mondo dell’ecommerce in mobilità, il cosiddetto m-commerce. Secondo i dati Ipsos MediaCT, il 23% dei possessori di smartphone ha dichiarato di aver già effettuato un acquisto via mobile. Un dato non troppo distante da quello registrato negli Stati Uniti (29%) e in Gran Bretagna e Germania (28%) e superiore alla media francese (17%).

Per quanto riguarda i contenuti è il video a fare la parte del leone: il 77% degli utenti smartphone italiani guarda video sul proprio smartphone, il 25% addirittura ogni giorno; il 66% fa sharing di video (il 23% quotidianamente); YouTube si conferma la piattaforma video più utilizzata su mobile, con il 74% degli utenti.

La ricerca testimonia l’aumento dell’uso di Internet in mobilità: l’incremento di uso dei motori da mobile a luglio 2011 in Italia è del 224% rispetto allo scorso anno e il il 53% degli intervistati effettua quotidianamente ricerche dal proprio smartphone e il 29% ogni settimana con attenzione a quelle locali (il 78% effettua almeno una volta al mese ricerche di questo tipo) con ricadute interessanti dal punto di vista commerciale visto che il 35% ha poi effettuato una chiamata ad un azienda o ha attivato un servizio.

Chi ha un business, dice la ricerca di Ipsos, dovrebbe investire anche sulla pubblicità per il mobile. Gli Italiani sono al top nel mondo per attenzione sugli annunci su dispositivo da tasca: il 72% dei possessori di smartphone ricorda di aver notato un annuncio pubblicitario sul mobile. Se ci confrontiamo con altri Paesi, l‘attenzione è la stessa del Giappone (73%), il Paese più evoluto per eccellenza in tema di mobile commerce, e superiore a Stati Uniti (64%), Francia ( 61%), Gran Bretagna (55%) e Germania (51%). Gli annunci vengono notati in tutti i diversi contesti d’uso dello smartphone e, in particolare, facendo una ricerca (39%), guardando un video (24%), usando una app (20%), oppure navigando su sito di shopping online (21%).