L’€™UE, la sentenza su Microsoft è distante mesi

di |
logomacitynet696wide

Passi avanti nel caso Microsoft, ma la sentenza è ancora distante mesi. L’€™annuncio arriva dalla Commissione Europea che invita a pazientare.

Nessuna conferma da parte della Comunità  Europea sulle voci, circolate ieri, secondo le quali la commissione che sta indagando su Microsoft avrebbe ormai verificato l’€™effettiva flagranza di Redmond in fatto di pratiche illegali nell’€™esercizio del monopolio.

Interrogata al proposito la portavoce dell’€™UE Amelia Torres ha declinato di fornire conferme o smentite al proposito.

‘€œStiamo facendo progressi sul caso Microsoft ‘€“ ha detto la Torres ‘€“ ma non siamo ancora pronti a rilasciare dichiarazioni in merito’€

La Torres ha invitato i giornalisti alla pazienza e ad attendere il termine vero e proprio dell’€™inchiesta. ‘€œLa conclusione del caso ‘€“ ha poi ammonito la Torres ‘€“ potrebbe richiedere ancora mesi’€

L’€™argomento era tornato d’€™attualità  nel corso della giornata di ieri quando fonti attendibili avevano riferito come la commissione tecnica avesse ormai constatato al di là  di ogni dubbio come effettivamente Microsoft ha usato la sua posizione dominante nel campo degli OS per mettere in difficoltà  la concorrenza. In particolare avrebbe determinato come Redmond abbia reso più complesso costruire reti miste, con server non Windows e client Windows, violando le leggi anti trust della UE. Gli esperti dell’€™Unione, però,m sarebbero ancora molto incerti su quali proposte concrete avanzare per impedire il ripetersi di simili situazioni in futuro e in un tempo non danneggiare ma favorire gli utenti