La tastiera peggio della tavoletta del WC: lo dimostra uno studio Ecoform

di |
logomacitynet696wide

La tastiera del computer è un ricettacolo di germi e batteri, inclusi microrganismi potenzialmente patogeni. Una concentrazione pericolosa, centinaia di volte superiore rispetto a quella individuata sulle tavolette WC. Nella classifica dei più sporchi seguono il telefono e anche il mouse. I dati emergono da uno studio realizzato da Ecoform, azienda specializzata nel settore della sanificazione.

Dalla polvere sedimentata ai residui di cibo e ancora alla sporcizia. Le tastiere del computer sono in cima alla lista dei ricettacoli di germi e batteri da eliminare. Per questo sono sempre più richiesti i servizi di igienizzazione. Per paura di danni, i computer sono spesso tralasciati dalle società di pulizia degli uffici, che evitano una pulizia approfondita tra i tasti. Un ampio studio condotto da Ecoform, azienda specializzata nel settore della sanificazione e disinfezione degli ambienti, insieme al Prof. Pastoni, Presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi, ha rilevato che le scrivanie degli uffici hanno una forte carica batterica, inoltre, i microrganismi presenti sono potenzialmente patogeni, vale a dire che sono in grado di provocare malattie all’uomo.

Su quasi 4000 prelievi realizzati tra pc e telefoni, il dato più lampante è che i computer e i telefoni d’ufficio hanno percentuali significative di germi potenzialmente patogeni (il 67% sui telefoni e il 69% sui pc) e come se non bastasse, gli indicatori di contaminazione fecale hanno rilevato una presenza massiccia di batteri rispettivamente del 30% sui telefoni e dell’8% sulle tastiere. “Il tutto può essere spiegato in maniera molto semplice  – afferma Giorgio Oldani, Presidente e Amministratore Delegato di Ecoform – c’è una cattiva igiene personale, in troppi non si lavano le mani dopo essere andati in bagno. Mentre la sporcizia sulle tastiere dei pc e di conseguenza l’alta carica batterica deriva dal fatto che molti consumano cibi davanti ai computer e i resti alimentari sono il terreno adatto allo sviluppo di milioni di batteri.”

Ad avvalorare la ricerca di Ecoform anche il Prof. Charles Gerba dell’Università dell’Arizona. Quello che emerge è che si annidano più batteri in una tastiera di computer che in una tavoletta di un WC e, di conseguenza, il rischio di contrarre un’infezione è maggiore in ufficio piuttosto che in una toilette. Principale colpevole sul banco degli imputati è lo spuntino consumato nella propria postazione di lavoro e la scarsa igiene personale. Questi i dati della ricerca americana:

WC 49 batteri/pollice quadrato = 7.60 batteri/cm2 (arrotondato a 8 ufc/cm2)
mouse 1676 b/p2 = 259.78 UFC/cm2 (260 ufc/cm2)
tastiera 3295 b/p2 = 510.73 UFC/cm2 (511 ufc/cm2)
telefono 25127 b/p2 = 3894.69 UFC/cm2 (3895 ufc/cm2)