La Cina rivoluziona le comunicazioni per il 3G

di |
logomacitynet696wide

Un imponente piano di ristrutturazioni, smembramenti e fusioni che porterà  alla nascita di tre nuovi operatori attivi sia nelle reti cablate sia in quelle wireless. Il processo richiederà  un anno e forse più, in ogni caso le licenze 3G potrebbero essere emesse dal governo già  entro la fine di quest’anno.
Rete pronta per un lancio di iPhone?

La Cina è il mercato di telefonia mobile più grande dell’intero pianeta, un’affermazione che sentiamo spesso ripetere quando viene preso in considerazione un settore qualsiasi dell’economia cinese. Nonostante le notevoli dimensioni, la rete cellulare cinese è una delle ultime in ordine di tempo a passare al 3G. Per raggiungere questo obiettivo il governo cinese ha elaborato un complesso piano di ristrutturazioni che coinvolge tutte le aziende più importanti: China Telecom, China Unicom, China Satcom, China Netcom, China Mobile Communications e China Tietong. L’intricata sequenza di smembramenti, cessioni, acquisizioni e fusioni ha lo scopo di creare 3 nuovi operatori presenti sia sulle reti via cavo sia nelle comunicazioni cellulari, una mossa da tutti considerata come il passo finale per la concessione delle licenze 3G.

Il piano di ristrutturazioni non ha una scadenza prestabilita ma i tempi tecnici previsti sono di un anno fino a 18 mesi, non è escluso però che le licenze 3G possano essere rilasciate anche prima del completamento della ristrutturazione, forse anche entro la fine di quest’anno.
L’ammodernamento della struttura nel settore comunicazioni arriva in ritardo ma rappresenta un passo importante verso l’ammodernamento della rete che va di pari passo con la crescente capacità  di consumo della popolazione.

La tentazione del mercato mobile cinese 3G sarà  una realtà  per numerosi costruttori e tra questi ci sarà  anche Apple con iPhone.