La EU convoca i testimoni contro Microsoft

di |
logomacitynet696wide

Ci sarà  tempo fino al prossimo 7 gennaio per gli avversari di Microsoft che volessero testimoniare contro il gigante di Redmond in Europa. La convocazione viene dalla Commissione Europea che sottolinea: “Il caso va avanti”

Ci sarà  tempo fino al prossimo 7 gennaio del 2002 per tutte le società  che volessero partecipare alla raccolta di documentazione o presentarsi come testimoni al processo contro Microsoft allestito dalla Unione Europea. Lo ha stabilito la stessa EU nel contesto del procedimento che ha intentato nei confronti del gigante di Redmond per esercizio illegale del monopolio sul territorio comunitario.
I testimoni potranno depositare memoriali o chiedere di essere ascoltati nonostante Microsoft abbia deciso di declinare l’invito a partecipare ad una audizione che si sarebbe tenuta il 20 e il 21 dicembre. In quel contesto i suoi avvocati avrebbero potuto presentare le ragioni della società  di Bill Gates. Il fatto che Microsoft abbia deciso di non aderire all’invito della EU, aveva promesso la portavoce Amelia Torres, non avrebbe fermato il procedimento, una promessa che appare mantenuta.
Anche Microsoft, in ogni caso, potrebbe sottoporre un suo memoriale. Lo ha annunciato il capo della delegazione di avvocati che segue il gigante di Redmond nel caso in Europa, John Frank