La riscossa di Corel

di |
logomacitynet696wide

Programmi carbonizzati, aggiornamenti frequenti e un prodotto segreto. Corel rivela a MacWorld i progetti per il futuro della piattaforma Mac e si scopre che i soldi pompati da Microsoft nelle esangui casse della società Canadese serviranno al rilancio dei prodotti per la nostra piattaforma

Chi immaginava una Corel sul punto di lasciar cadere le applicazioni per Mac dovrebbe ricredersi, almeno leggendo su MacWorld UK le affermazioni quasi entusiaste sul futuro della nostra piattaforma nei progetti della società  Canadese.
A lanciare segnali che definire ottimistici appare perfino limitativo é il vicepresidente di sviluppo e marketing, Ian LeGrow. “Grazie all’infusione di capitali di Microsoft (135 milioni di dollari NDR – afferma LeGrow che si definisce un appassionato della piattaforma Mac – ora possiamo guardare al futuro con molta più tranquillità  e dedicarci anche ai prodotti Mac che rappresentano una parte importante della nostra strategia”. I piani di Corel riguardano sia il MacOs Classico, con il rilascio di un aggiornamento a Painter 6.1, il MacOs X. Secondo LeGrow il primo prodotto per il nuovo sistema operativo di Apple dovrebbe essere CorelDraw 10 che dovrebbe essere seguito da Bryce (probabilmente versione 5.0). “Fino a questo momento – ha detto il responsabile di Corel – abbiamo avuto poche difficoltà  nello convertire le applicazioni per Carbon, visto che solo il 20% del loro codice é dipendente dalla piattaforma”. Per quanto riguarda Painter, un tempo uno dei programmi leader per i creativi che usano il Mac, LeGrow ha rivelato che la versione 7.0 sarà  disponibile alla fine della primavera o ad inizio estate. Corel starebbe lavorando intensamente anche su un aggiornamento dei filtri per i programmi i fotoritocco e disegno, uno dei business principali per MetaCreations. Infine LeGrow ha fatto sapere che sempre entro la primavera, grazie ai milioni di dollari di Microsoft, arriverà  un programma rivoluzionario.
La notizia migliore però è che la società  Canadese, una volta superati gli scogli attuali e ripristinato un ciclo di aggiornamento regolare, intende rilasciare i prodotti per Mac e per Win contestualmente.