L’albero senza mele

di |
logomacitynet696wide

Che Apple sarebbe senza la mela mordicchiata? Certo una Apple meno riconoscibile visto che il logo è tra i più noti al mondo e per questo mai e poi mai Cupertino rinuncerebbe al suo simbolo. Ma una disposizione comunale corre il rischio di cancellarlo da uno dei preziosi negozi che si vanno aprendo in tutti gli Stati Uniti.

Quando alla Apple hanno deciso di aprire una catena di negozi per le vendite al dettaglio hanno certamente messo in conto una serie di problemi e di imprevisti: reclutamento del personale, difficoltà  nell’affitto dei locali, clienti scontenti, stabili inadeguati o costosi. Crediamo che però nessuno avesse messo in conto di mettere gli occhi su un punto vendita situato in una città  le cui norme municipali impediscono ad Apple di pubblicizzare il negozio.
Il fatto, che ha del paradossale, è invece accaduto e fa correre il rischio alla società  di Cupertino di trovarsi nella condizione di non poter mettere nessun cartello stradale che indica la presenza del negozio nè di poter mettere il logo della mela sulle vetrine o sull’insegna.
Tutto è da riferire alle disposizioni della comunità  di Germantown, in Tennessee nei pressi di Memphis. Qui, presso centro commerciale di Saddle Creek,Cupertino dovrebbe aprire uno dei suoi 25 negozi allestiti tutti secondo lo stesso schema e con lo stesso look and feel che prevede, ovviamente, anche abbondanza di mele mordicchiate. Il fatto è che il municipio di Germantown dispone esplicitamente la proibizione ad usare una qualunque immagine di cibo nelle insegne. Il logo di Apple è quindi proibito. Come se questo non bastasse Apple intende anche illuminare dall’interno l’insegna e anche questo, per motivi sconosciuti, è proibito a Germantown.
“Sono piuttosto distanti dalle norme specifiche sull’argomento – ha detto il responsabile dell’ufficio competente del comune riferendosi a chi allestisce materialmente il negozio – e non hanno il permesso e l’autorità  per poter modificare le caratteristiche dell’insegna”.
Fisher Development, la società  che si sta occupando dell’allestimento dei negozi americani di Apple, ha inoltrato la richiesta per una modifica dell’ordinanza alla commissione di Germantown. Una risposta alla richiesta è stata differita al prossimo 27 agosto.