Lancio di Leopard, un grande successo in tutta Italia

di |
logomacitynet696wide

Il lancio di Leopard è stato un grande evento anche in Italia. Oltre alla folla di fronte al negozio Apple di Roma, sono stati protagonisti anche gli Apple Premium Reseller sparsi ai quattro angoli d’Italia. Ecco alcune testimonianze con corredo fotografico.

Leopard: cronache da un lancio di successo

Anche se le prime recensioni parlavano di un prodotto “evoluzionario” e non rivoluzionario i fan della piattaforma Apple anche nel nostro paese si sono precipitati ad acquistare una copia del nuovo sistema operativo in molti casi facendo la coda presso i negozi. Piena soddisfazione dei rivenditori che hanno approfittato dell’occasione per fare conoscere offerte, negozi rinnovati e offrire simpatici gadget a vecchi e nuovi clienti.

La febbre del Leopardo ha colpito anche in Italia. Molti lettori e diversi rivenditori ci hanno riportato la propria esperienza sugli avvenimenti del 26 Ottobre: in tutti i negozi che offrivano iniziative speciali ci sono state tantissime visite e persino code all’esterno del negozio sull’onda di quanto registrato negli Apple Store di “bandiera” come quello di Roma Est in Italia e in tutto il mondo.

“Il lancio del Leopard – dice Fabio di inTown Apple Premium Reseller a Roma in zona EUR – ha superato ogni più rosea previsione, alle ore 18,00 si è creata una fila da grandi eventi, allo scoccare delle 18,00 la fila davanti alla cassa usciva fuori del negozio. Siamo riusciti a trattenere la “marea”, con la dimostrazione nella nostra sala corsi e con altre tre postazioni che mostravano il funzionamento di Leopard. Qualcuno si è dedicato anche al banchetto e sono finiti 100 hot dog e un salame di 2 metri che avevamo predisposto per l’occasione. Alle 19,30 la file era smaltita con circa 100 Leopard consegnati.”

fila in town

Futura Grafica, che ha diversi punti vendita tra Roma e il centro Italia (Viterbo e l’Aquila) fa sapere che nelle due ore e mezza di apertura dei negozi ha totalizzato la vendita di oltre 400 copie di Leopard con un gran numero di curiosi e di giornalisti di varie testate in visita.

futura grafica

A Milano MacAtWork che con l’occasione ha annunciato il cambio di nome in AtWork in osservanza alle direttive di Apple sulla nomenclatura dei negozi Premium Reseller o autorizzati racconta di un afflusso di pubblico senza precedenti: “La serata – dicono i responsabili del negozio milanese (ma con un punto vendita anche a Torino) – è stata fantastica, prima delle 18 si è riempito il negozio e l’ultimo scontrino lo abbiamo fatto a mezzanotte: abbiamo venduto 90 copie di Leopard e molto altro.
Alle 18.30 c’è stata la prima presentazione, alle 19.30 c’era talmente tanta gente che abbiamo fatto il bis. Prima, dopo e in mezzo la festa, con pochissimo vino avanzato a fine serata, nonostante le scorte fossero sovrabbondanti. La concomitanza con la pizzata del Poc ha reso tutto ancora più bello, con vecchi e nuovi amici che condividevano attesa e stupore.”

Macatwork

Anche a Firenze, presso il nuovo negozio Dataport di Via Fra’ Giovanni Angelico, 6/r, grande successo del lancio di Leopard. “Alle 17 – ci spiega il titolare Dario Conti – abbiamo chiuso il negozio e, nel giro di pochi minuti, sotto una pioggia battente si e’ formata una coda di diverse decine di persone. In linea con le direttive di Apple, abbiamo riaperto rigorosamente alle ore 18:00. Per l’occasione avevamo creato 4 postazioni con un televisore a parete per far vedere Leopard. Alle 23 entrava ancora qualcuno, ma a mezzanotte abbiamo deciso di chiudere, anche perchè non c’era più niente da mangiare; solo da bere. Ovviamente vino rigorosamente Californiano, ma, visti i controlli intensificati sul tasso etilico, meglio rincasare…”

DataPort Firenze