L’iPad diventa una beatbox con iElectribe di Korg

di |
logomacitynet696wide

Aggiungete una “i” davanti ad Electribe e vi trovere, al modico prezzo di 9.99 dollari una beatbox virtuale che nulla ha da invidiare al modello Electribe-R da cui deriva. Interattività spinta e tante opzioni per i creativi della dance music.

Grazie all’ampia superficie di interazione iPad si candida a diventare, molto pià di iPhone e iPod touch, lo strumento ideale per musicisti sia che si vogliano cimentare con gizmo elettronici che vogliano suonare uno strumento classico o servirsene come un DAW controller.

La primissima azienda a far uscire una applicazione dedicata ad iPad è sicuramente Korg che porta dentro il tablet di Apple la sua esperienza e il suo know how per ricreare una beat box virtuale con i campioni e le possibilità di sequencing della conosciuta serie Electribe. La facilità d’uso del modello “reale” viene portata sulla versione iPad arricchendosi della possibilità di accedere facilmente alla libreria incorporata o alle sequenze che gli utenti possono creare basandosi su 8 parti di batteria  o campioni e allo step-sequencer a 16 parti.

ielectribe1

Sintesi analogica e PCM, funzione Valve Force per ricreare il suono delle valvole, possibilità di registrazione e interazione live per costruire il proprio groove in pochi attimi o improvvisarlo live. La sintesi analogica e PCM sono state ricreate fedelmente, così come anche la funzione Valve Force per l’emulazione di un suono valvolare. Oltre a questo il sequencer può registrare parti strumentali e dispone di un processore master effect con otto 8 tipologie di effetti e 64 preset. Ovviamente le possibilità di intervento sui suoni sono ampliamente migliorate rispetto allo strumento originale.

Il video qui sotto è più esplicativo di ogni descrizione.

Il costo di iElectribe è fissato a 9.99 Dollari fino alla fine di Giugno 2010.